In Camera di Commercio si è trattato di “conciliazione” dei diritti dopo l’Unità d’Italia.

ISDACI, Istituto Scientifico per l’Arbitrato, la Mediazione e il Diritto Commerciale ha organizzato, il 28 novembre 2011, questo convegno per festeggiare il proprio venticinquesimo anniversario di attività di studio, formazione e promozione della cultura dell’arbitrato e delle altre procedure extragiudiziali

L’associazione, fondata nel 1986 da Camera di Commercio di Milano e da un gruppo di importanti imprese ed istituzioni pubbliche e private, ha rappresentato la base di un progetto che si è articolato nell’istituzione della Camera Arbitrale Nazionale ed Internazionale di Milano con l’obiettivo di risolvere, attraverso l’arbitrato amministrativo, le vertenze commerciali.

Tema ambizioso in quanto già nel Codice di Procedura Civile del 1865 aveva trovato spazio la conciliazione e il compromesso per comporre le controversie che affannavano la giurisdizione civile.

Dati più attuali, scaturiti da una recente indagine camerale, hanno evidenziato i costi delle liti per le imprese milanesi – oltre un miliardo all’anno – e talvolta le stesse rischiano anche il blocco degli affari economici.

Ecco dunque applicazioni evolute e concrete per le esigenze delle imprese: vantaggi significativi per i limitati costi e i tempi rapidi, circa 160 giorni per l’arbitrato e 65 per la mediazione amministrata.

Da sottolineare inoltre che dal 2010 è obbligatorio il tentativo di conciliazione in materia di liti condominiali, affitto, sanità, contratti bancari, finanziari e assicurativi prima di approdare in tribunale.

Ampio dibattito con Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano, Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano, Giovanni Deodato, presidente Isdaci, Avvocato e già Magistrato di Cassazione, Franzo Grande Stevens, già presidente Isdaci, Avvocato del foro di Torino, Piero Bassetti, primo presidente della Camera di commercio di Milano e Augusta Iannini, Capo Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia.

Maria Lucia Caspani 

Categories: Attualità Finanza