L’Aeronautica Militare ricorda quest’anno la storia delle 50 stagioni acrobatiche delle Frecce Tricolori e organizza, per l’occasione, una grande manifestazione aerea l’11 e 12 settembre prossimi presso l’Aeroporto Militare di Rivolto (Udine).

Partecipano all’evento le più importanti pattuglie acrobatiche militari del mondo, da sempre
vicine alla Pattuglia Acrobatica Nazionale, tra le quali le ‘Red Arrows’ (Royal Air Force Acrobatic Team), la ‘Patrouille de France Acrobatique’, la ‘Patrulla Aguila’ e la ‘Patrouille Suisse’. Verra’ allestita anche una mostra statica che vedra’ velivoli storici, aerei militari delle Forze Armate italiane e aerei civili. In questa occasione, inoltre, l’Aeronatucia ha scelto di essere al fianco dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro. Infatti, mettera’ a disposizione del pubblico dei gadget, il cui ricavato andra’ a sostenere la ricerca sul cancro e, in particolare, il percorso di formazione dei piu’ promettenti giovani ricercatori.
L’evento di domenica 12 settembre sarà trasmesso in diretta su RaiUno e su RaiSport+, all’interno del programma “Azzurro Tricolore”. Gli appassionati potranno seguire la manifestazione aerea anche su Internet, collegandosi al portale dell’Aeronautica Militare. L’acrobazia aerea nacque, in Italia,
ad opera del colonnello Rino Corso Fougier che nel 1930, a Campoformido, costitui’ la prima pattuglia acrobatica, la Pattuglia Folle montata su biplani CR.20 che, sin dal suo esordio, fece subito storia. Dopo anni di successi in Europa, manifestazioni aeree di Budapest e di Berlino, e in Sud America, in Argentina, la Seconda Guerra Mondiale chiuse per un decennio l’attivita’ acrobatica che riprese nel 1950 con la pattuglia del Cavallino Rampante, costituita con quattro velivoli DH.100 Vampire della 4^ Aerobrigata. In quegli anni, la ridondanza di velivoli in carico alle Aerobrigate permise la costituzione di una pattuglia acrobatica d’anno e di una in addestramento per l’anno successivo. Nell’arco di nove anni si succedettero le pattuglie dei Lanceri Neri, Delle Tigri Bianche, dei Getti Tonanti, dei Diavoli Rossi, fino al 1959 quando lo Stato Maggiore decise di costituire una pattuglia acrobatica nazionale permanente, le Frecce Tricolori,
nell’ambito del 313° Gruppo Acrobatico con sede a Rivolto del Friuli. Da allora le Frecce Tricolori sono state equipaggiate prima con gli F-86 Sabre, poi con i FIAT G.91 PAN e attualmente con gli MB-339PA.

Massimo Passera

Categories: Eventi