+ o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids * è il film documentario di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli (www.piuomeno.eu), che, parlando di storie legate alla pandemia più spaventosa del nostro tempo, l’aids, di racconti esistenziali che s’intrecciano con la storia di un’epoca e della confusione che ha generato sulla sessualità, accompagnerà, la mattina del 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara, il momento clou della seconda edizione del premio WRITE AIDS promosso dalla Commissione Interaziendale AIDS di AUSL e Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ferrara.

PERCHE’ WRITE AIDS? Da alcuni anni si ha la sensazione che sia calato il silenzio sul problema forse perché non riguarda più cittadini considerati di “serie b” -come i tossicodipendenti- ma cittadini che s’infettano con rapporti sessuali. Questo, nonostante il virus dell’Hiv sia in crescita, soprattutto in Asia centrale e nell’Europa orientale con una situazione preoccupante in Russia e Ucraina dove l’epidemia si diffonde con particolare gravità.

Nel mondo sono 33,4 milioni le persone affette da Hiv con una quota del 67% contagiata nell’Africa sub sahariana e 2,1 milioni di bambini che vivono con l’hiv (2008). In Italia sono stimati 170-180mila sieropositivi, 22 mila malati di AIDS, con un 25% di sieropositivi che non sanno di essere infetti. Fonte: Aids Epidemic aggiornamento 2009, UnAids-OMS; Centro op. AIDS-ISS Istituto Superiore Sanità).

L’attenzione dei media e della società è, quindi, bassa: siamo di fronte ad un fenomeno per cui i più giovani non sanno di cosa si stia parlando e gli altri pensano che il virus dell’Hiv sia scomparso o guaribile, dimenticando che non esiste ancora un vaccino. La realtà, infatti, è molto diversa perché non esiste ancora un vaccino sicuro contro l’AIDS, nonostante la ricerca proceda con intense sperimentazioni e le terapie prolunghino la vita dei soggetti sieropositivi che, in ogni caso, non guariscono e sta di fatto che il potenziale di diffusione aumenta per questo immotivato “cessato allarme”.

Il PREMIO «WRITE-AIDS», patrocinato dal Segretariato Sociale RAI, è articolato in 3 SEZIONI: GIORNALISMO; VIDEO – SPOT AUDIOVISIVI – AUDIO PRODUZIONI; ARTE GRAFICA e FOTOGRAFIA.

WRITE AIDS si rivolge alle persone di qualsiasi età. Chiunque, manifestando la sua sensibilità, può partecipare scrivendo un articolo, realizzando un’inchiesta, un racconto, una testimonianza; può produrre disegni, fumetti, foto o altre forme artistiche a propria discrezione (canzoni, poesie, opere d’arte, ecc…) filmati con qualsiasi strumento digitale dalla telecamera al telefonino.

Gli interventi di GIORNALISMO dovranno avere testi con una lunghezza massima di 9.000 battute spazi compresi. Gli AUDIOVISIVI- VIDEO- SPOT- AUDIO documentazioni, invece, avranno una durata massima 10 minuti. Gli Audio e/o Spot video-tv al massimo 1 minuto; le Produzioni musicali la durata massima di 3 minuti. Infine, per la sezione ARTE – GRAFICA – FOTOGRAFIA, si può presentare una sola opera.

IL TEMA dell’Edizione 2010 è “L’HIV-AIDS nella relazione tra le persone”.

Lo svolgimento è libero: riflessioni e commenti sulla prevenzione; la storia della diffusione dell’Hiv; luoghi comuni, pregiudizi, -vissuti o immaginati-; iniziative di sostegno, assistenza e cura; idee per campagne di sensibilizzazione.

Potrà avere forma d’intervista, testimonianza di vite vissute, approfondimenti sui cambiamenti che l’infezione ha determinato nei comportamenti sociali e personali.

Il concorso è rivolto a tutti, la partecipazione è gratuita. Ogni concorrente potrà partecipare con una sola opera. Si richiede materiale inedito in lingua italiana, mai premiato né presentato ad altri concorsi o già pubblicato.

La scadenza per la presentazione dei lavori è fissata alle ore 12.00 del Martedì 23 Novembre 2010. Il materiale può pervenire a mezzo raccomandata a: Azienda USL Ferrara – Direzione Ser.T. Via Francesco del Cossa, 18 – 44121 Ferrara (0532 233711 – 0532 233713 Fax 0532 200092, oppure a mano, all’indirizzo indicato, dal Lunedì al Venerdì dalle 10 alle 12. E’ possibile la consegna via posta elettronica: sert.direzione@ausl.fe.it

LA GIURIA

Il premio sarà assegnato da una giuria composta di giornalisti di quotidiani, periodici, delle televisioni, radio, agenzie di stampa, new media, uffici stampa e da un rappresentante del comitato scientifico della Commissione Interaziendale AIDS.

I PREMI

Una sola opera per ogni sezione risulterà vincitrice e sarà premiata con cinquecento euro. Tra i vincitori delle 3 sezioni sarà scelto il primo classificato assoluto con un ulteriore premio sempre di cinquecento euro.

FILM E PREMIAZIONE IL 1° DICEMBRE 2010 Giornata Mondiale contro l’Aids

Premiazioni il 1° Dicembre 2010 al Multisala Apollo di Piazza Carbone 35 a Ferrara con autorità locali, insegnati e studenti delle scuole medie superiori della provincia di Ferrara durante una conferenza aperta al pubblico, con stampa locale e nazionale, giuria del Premio e autori del film + o – il sesso confuso. Racconti di mondi nell’era Aids *, per riflettere e scambiare informazioni con persone a vario titolo coinvolte sul tema HIV/AIDS, presentando dati, novità in campo medico e scientifico, fare il punto sulla ricerca, le terapie ed i comportamenti corretti.

Al termine, la giuria del premio presenterà le sue riflessioni ed i premiati del concorso.

Regione Emilia Romagna, Università degli Studi, Comune e Provincia di Ferrara, hanno assicurato patrocinio e collaborazione, mentre aderiscono al progetto CSV-Centro Servizio Volontariato, AVIS e Promeco.

Categories: Premi e concorsi