Sono molte, ma anche molto diverse fra di loro, le offerte di spazi congressuali della Val di Chiana, nella zona di Chianciano Terme, Sarteano e San Casciano dei Bagni.

Questa zona della Toscana, che conta la presenza di ben quattro siti Unesco, richiama annualmente molto pubblico, anche grazie all’interessante proposta congressuale, le presenze in questo settore si assestano intorno alle centomila unità annue. Per questo motivo, la Regione Toscana e la Provincia di Siena hanno investito economicamente nel rilancio, nella riqualificazione e nella promozione dell’offerta congressuale del territorio: più di dieci anni fa, infatti, è stato costituito il Convention Bureau di Chianciano Terme, una struttura tecnica permanente, costituita da soggetti pubblici e privati della gestione congressuale. “Dal 1999, anno in cui è stato fondato, c’è stato un grande incremento della richiesta fino al 2005, spiega Massimo Crociani, il presidente, e continua: “in seguito abbiamo subito una battuta d’arresto, ma nel 2010 c’è stata una ripresa generale. Nel corso degli anni ci siamo diversificati e, oltre a congressi politici e sindacali, ospitiamo convention aziendali, sportive e religiose”. Il Convention Bureau è famoso anche per la professionalità dell’offerta ricettiva alberghiera, che conta più di 12mila posti letto, di tutte le categorie: la sua mission, infatti, è quella di garantire assistenza e consulenza per l’organizzazione di congressi, progettando pacchetti completi per l’ospitalità. In collaborazione con l’Apt Chianciano Terme Val di Chiana, di cui Grazia Torelli è direttore, si propone l’obiettivo di valorizzare e incrementare l’offerta congressuale di questa parte della regione Toscana. Per farsi un’idea più precisa delle proposte, si può visitare il sito www.congressi.vivichiancianoterme.it: presto sarà anche disponibile un’applicazione per l’I-phone e una versione mobile del sito web.
Soltanto all’interno del parco termale di Chianciano, la proposta congressuale è molto ricca: in un’area relativamente ristretta si possono contare il Palamontepaschi, con una struttura di 1440 mq ed una capienza di 990 posti, la Sala Fellini e il Salone Nervi, che possono contenere rispettivamente 200 e 300 posti, mentre il forum Astoria, poco lontano e di recente ristrutturazione, circa 400. Sempre a Chianciano il Centro Congressi Excelsior, all’interno del prestigioso Grand Hotel omonimo, propone circa 300 posti, suddivisi in otto conference hall differenti.
A pochi chilometri di distanza, nella città di Sarteano, le sale sono soprattutto inserite in sedi storiche: la Sala Comunale, che contiene circa 300 persone e il Teatro Comunale degli Arrischianti, edificio risalente al XVII secolo, che, in una cornice molto suggestiva, può accogliere fino a 150 persone. Nei dintorni di Sarteano, merita una menzione particolare l’Abbazia di Spineto, dimora storica che contiene una sala convegni principale per 200 posti max e 10 sale più piccole con capienze varie da 18 a 60 posti. La location è immersa in un immenso parco e mette a disposizione anche circa cento camere di pregio per il pernottamento, oltre a un servizio catering eccellente. Data la vastità del luogo, l’offerta della tipologia delle sale è molto varia: si va da quelle più semplici, all’esterno a quelle più lussuose, all’interno della struttura.
Anche il Fonteverde Natural Spa Resort a San Casciano dei Bagni, accanto all’esclusivo centro benessere, propone ai propri clienti location per convegni sia nel complesso alberghiero principale, sia in una dépendance, a pochi metri di distanza: la Casina delle Rose. Hotel a cinque stelle, con 4 sale conferenze che possono contenere in tutto più di 250 persone, garantisce a chi usufruisce dell’offerta congressuale, la possibilità di pernottamento (circa 150 posti) e l’utilizzo del centro termale.

Categories: Viaggi e turismo