Si terrà sabato 21 maggio la consegna dei Premi Città di Sasso Marconi, riconoscimenti destinati ai grandi comunicatori del nostro tempo.
La cer imonia avver rà nel consueto appuntamento dedicato alle tecnologie e ai linguaggi della comunicazione che ogni anno, per una settimana, si ripropone di ricordare e celebrare le geniali intuizioni di Guglielmo Marconi nei i luoghi delle sue prime scoperte.
L’ottava edizione di Radio Days si terrà a Sasso Marconi in provincia di Bologna dal 14 al 22 maggio.
Sabato 21, sul palco del Teatro Comunale, accanto a nomi illustri del giornalismo italiano e delle telecomunicazioni, verrà conferito il Premio per la sezione Miglior progetto di comunicazione indirizzato ai giovani alla giovane start up italiana Spreaker.
La giuria – composta tra gli altri dai giornalisti Milena Gabanelli e Roberto Morrione – ha espresso parere favorevole nei confronti della piattaforma bolognese riconoscendo come Spreaker, grazie alle tecnologie digitali, consenta agli utenti iscritti di realizzare gratuitamente il proprio programma radiofonico quotidiano e di metterlo a disposizione degli altri iscritti.
Nato a Bologna, ma con una spiccata dimensione globale, il progetto Spreaker offre la possibilità a giovani di tutto il mondo di realizzare uno show e di metterlo in rete, evitando in questo modo la dispersione di preziose energie creative e stimolando il confronto tra appassionati di comunicazione.
Spreaker nasce lo scorso anno, quando un gruppo di giovani ingegneri bolognesi decide di investire in un servizio web aperto a tutti sul modello delle radio libere di qualche decade addietro. Nel giro di poche settimane nasce Spreaker, una piattaforma innovativa che permette in pochi passi di dare vita gratuitamente alla propria radio online.
Poco dopo arrivano gli investitori, tra i primi i soci di Iag, il principale gruppo italiano di business angel e a seguire Tailoradio, leader nella creazione di brand radio e radio in-store.
Il Premio Città di Sasso Marconi giunge in un momento cruciale per Spreaker. Tra pochi giorni Francesco Baschieri, amministratore delegato della società, approderà a San Francisco con l’intento di sviluppare un network di contatti e non solo.
Si tratterà infatti di andare a caccia di capitale economico anche perché il mercato delle radio online è più che florido oltreoceano e le migliaia di utenti che ogni dì giungono sulla piattaforma per produrre e ascoltare show comincia a essere un numero affatto trascurabile.
L’obiettivo è quello di sfruttare al massimo l’opportunità di mercato che si verrà a creare con il crollo delle barriere tecnologiche come la trasmissione fm sulle autoradio per inserire rapidamente contenuti user generated, made in Spreaker ovviamente!