Organizzare una manifestazione aerea in questo periodo di focalai bellici ancora accesi in vaste aree del mondo, e che vedono la nostra nazione impegnata in prima linea, oltre ad una marcata crisi economica che mette a dura prova i bilanci delle pubbliche amministrazioni, non è cosa semplice. La scommessa però è stata vinta.
Ci riferiamo all’air show Extreme 2011 che a Jesolo è divenuto negli anni un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del mondo aeronautico, in grado di attirare in una cittadina di una bellezza esemplare famiglie intere che vogliono vivere sul campo, o meglio in un meraviglioso contesto marino, una avventura che non è semplice spiegare a parole.
L’amministrazione comunale di Jesolo ha messo in moto una macchina perfetta, con la collaborazione in cabina di regia di Prima aviation, una garanzia di successo nell’organizzazione di eventi aeronautici costituita proprio dall’ex Comandante delle Frecce Tricolori Col. Moretti e dalla figlia Daniela, ed il sostegno sempre presente dell’Aeronautica Militare che ha contribuito con uomini e mezzi a fare di questa giornata non solo una festa popolare ma una vera full immersion in un mondo che sin da piccini ciascuno di noi sogna, ma eccolo qui ad essere toccato con mano. L’aeronautica Militare Italiana non solo una macchina da guerra ma un valore da coltivare e tenere radicato nella nostra coscienza di appartenenza alla nazione.

Ricco il programma, dall’apertura con passaggio bandiera dell’elicottero HH3F SAR alla formazioni Breitling jet team, e i wings walker, i gioielli della nostra aeronautica ad iniziare dall’ Eurofighter pilotato con grande destrezza dal maggiore Raffaele “bof” Beltrame, l’AMX impegnato tutt’ora in Afganistan, l’MB339cd sino all’esibizione della pattuglia più amata al mondo, le nostre frecce tricolori. Proprio sul futuro della pattuglia acrobatica abbiamo intervistato il Gen.Galliano il quale ha tolto ogni dubbio su continue voci che davano il 313° gruppo in ridimensionamento per i soliti problemi di bilancio. Ebbene non solo ci ha confermato tutti i programmi ma anzi rassicurati sulla continuità delle stesse e dei loro mezzi attuali, l’MB 339 pan che meglio si addice alle evoluzioni della pattuglia. A domanda sul possibile impiego dell’ultra moderno M346, l’addestratore più evoluto al mondo e di fabbricazione tutta italiana di Finmeccanica, lo stesso ha ribadito che il suo prossimo impiego e per la scuola volo avanzato dei piloti , ma non sono previsti nel prossimo futuro altri impieghi o sostituzioni degli attuali MB339.
Hanno onorato la manifestazione con la loro presenza i Thunderbirds, la pattuglia dell’aeronautica militare degli Stati Uniti , una demostration team che ha deliziato i presenti da figure non proprio acrobatiche ma di passaggi e simulazioni di difesa e attacco che pone in evidenza la potenza degli F16 impiegati dalla pattuglia e che, quotidianamente sono impegnati in azioni anche di guerra al fianco degli alleati della NATO. Gli ultimi passaggi in formazioni sono stati un omaggio al nostro paese e a quei legami che vedono le nostre due nazioni cooperare per il mantenimento della pace e della stabilità nel mondo.
Presente il Ministro La Russa, un appassionato che porta sempre la presenza dello stato in queste manifestazioni, ci ha rilasciato un’intervista nella quale, evitando domande troppo politiche o legate al referendum, ha solo sottolineato che la testimonianza migliore per queste manifestazioni viene proprio dal pubblico, stimate 700.000 presenze, che dimostra in queste occasioni quale sia l’importanza e l’attaccamento del nostro popolo alla bandiera.

Non è stato un lavoro facile il nostro reportage in quanto jesolo ospitava anche altre manifestazioni europee quali il campionato dei castelli di sabbia, e se siamo stati per voi testimoni di un evento davvero unico, dobbiamo ringraziare anche chi logisticamente ci ha permesso di svolgere con precisione e puntualità il nostro servizio giornalistico anche corredato da fotografie dell’evento. ( i soci Gsa possono farne richiesta direttamente alla mia casella mail).
Ringraziamo a nome di tutta la testata I titolari dell’hotel garni San Carlo, il Mario e la Ida come affettuosamente hanno voluto essere chiamati, che hanno vissuto emotivamente con noi queste giornate che abbiamo cercato di portare davanti ai vostri occhi con lo stesso entusiasmo che noi di GSA abbiamo vissuto.

Massimo Passera

Categories: Attualità Eventi