L’ippodromo di Milano non è più solo il regno di cavalli, fantini e amanti dell’ambiente equestre e neppure soltanto il punto di incontro preferito degli scommettitori appassionati dell’ippica.
La scommessa è un’altra: aprire le porte a un pubblico più vasto, eterogeneo, che degli horses ne fa una moda, uno stile di abbigliamento, un new look casual e country-chic.
La vincitrice della scommessa si chiama Elita, l’associazione culturale che dal 2005 promuove il networking nel mondo milanese dei nuovi media con una serie di progetti e produzioni per alcuni dei più importanti brand e istituzioni.
Ed ecco domenica 12 giugno Elita Sunday Park farsi protagonista all day dell’ippodromo di San Siro.
Ad ingresso libero Elita va al galoppo, fondendo musica, art gallery, fashion design e giochi en plain air, rivitalizzando i giardini di questa splendida location.
Il divertimento non ha età: “da zero a novant’anni” recita la locandina.
L’intrattenimento è assicurato con Elita: per i bimbi cavalcare un pony e per gli adulti assistere dal vivo a nuove forme d’arte urbana contemporanea.
L’occasione-scintilla è stata quella del Gran Premio, appuntamento milanese per uno spettacolo avvincente ed entusiasmante ed Elita ha fatto furore coinvolgendo chiunque volesse trascorrere in relax una giornata fuori dal comune, ma rimanendo in città.
Pic-nic sul prato con grigliate e fritture preparate dagli abili fochisti dei chiostri di San Barnaba e poi granite e aperitivi sino a fine corsa e oltre.
Elita veste taglia extra small per sponsorizzare i nuovi piccoli designer con grandi sogni in parte realizzati: vestitini estivi, bracciali estrosi, borse originali, non manca nulla per inneggiare alla creatività.
Mentre il cielo si tinge di un intenso blu cobalto, la Terrazza Nastro Azzurro situata nella tribuna d’onore dell’ippodromo si illumina di vita, ospite speciale Todd Terje, dj.
In mezzo ai magici festeggiamenti e alle corse mozzafiato, un solo destriero ha avuto il privilegio di restare fermo a godersi lo spettacolo: il bronzeo cavallo di Leonardo Da Vinci che severo e dolce al tempo stesso domina la scena a ricordare ai visitatori che sono stati per almeno una volta all’ippodromo di San Siro.

Diana Maria Elena Fusco

Categories: Attualità Eventi