Anche quest’anno, la OTMA Edizioni di Otmaro Maestrini ci ha allietato con la sua AGENDA DEI POETI 2012, la più famosa e prestigiosa al mondo, giunta alla ventiduesima edizione, considerata il “Vangelo” della poesia italiana, un mezzo assolutamente essenziale attraverso il quale possiamo far viaggiare il nostro pensiero.
Essa è una preziosa Antologia poetica con poesie scelte fra i numerosi poeti che gli sottopongono il prodotto della propria arte.

Dottor Maestrini come avviene la pubblicazione delle poesie?
“Solitamente ci giungono migliaia di poesie da tutto il mondo che vengono vagliate da un’apposita commissione di lettura, quelle giudicate positivamente, vengono pubblicate assolutamente gratuitamente sull’Agenda”.

A mio parere è un veicolo intelligente per fare anche dei regali per le feste natalizie, è vero?
“Sì, soprattutto perché le personalizziamo con il logo e la ragione sociale dell’Azienda, terminata la funzionalità annuale, resta come preziosa antologia poetica” .

La politica della OTMA Edizioni è solo la pubblicazione gratuita delle poesie?
“Assolutamente no. La pubblicazione è gratuita sia per la pubblicazione delle poesie sull’Agenda dei Poeti e sia per la pubblicazione di interi libri di poesie e di romanzi per autori esordienti che non potrebbero essere mai conosciuti”.

Mi faccia un esempio di un autore che ha ottenuto successo attraverso la Sua Casa Editrice?
“Mattia Conte, giovane autore di Lecco, vincitore del Premio Campiello Giovani, l quale, ha pubblicamente dichiarato che se non avesse incontrato la mia Casa Editrice OTMA non avrebbe potuto provare l’emozione di aver vinto questo grandissimo e importante premio”.

Cosa importante da sapere: I diritti a chi rimangono?
“I diritti sono e restano agli unici proprietari della loro capacità di espressione e non hanno alcun vincolo editoriale presso la nostra Casa Editrice”.

Come si può acquistare l’Agenda?
“Si acquista rivolgendosi direttamente alla mia Casa Editrice – Via Cesariano n.6 – Milano – tel. 02.312190 – che la spedisce direttamente a casa vostra al costo di 25 Euro, pura spesa dell’agenda, senza il costo delle spese postali”.

Pur non usufruendo di alcun finanziamento, Otmaro Maestrini non fa pagare un centesimo per le pubblicazioni delle poesie e dei libri. Per l’Editore è una vera battaglia giornaliera far quadrare i conti e cercare di non fare morire l’arte. Spiegare perché lo faccia, visto che non ne trae profitto alcuno, è difficile e facile allo stesso tempo. La spiegazione sta nel fatto eclatante che anche Maestrini è stato colpito dalla poesia, la più grande passione umana, misteriosa e difficile da comprendere, perciò, trae soddisfazione nel coronare i sogni di moltissimi poeti, facendogli aprire il cassetto dove hanno deposito le loro poesie e i loro pensieri. A volte, quelle prime pubblicazioni sono state foriere di molti altri successi, anche in altri ambiti.
Ma ci dobbiamo chiedere che cos’è la poesia. Nonostante io sia anche una poetessa, non so trovare le parole o l’espressione giusta per esprimere il concetto di poesia. Ora ci proverò.
La poesia, prima di tutto è “anima”, quindi, qualcosa di impalpabile dentro ognuno di noi. E’ cieca volontà di raccontarsi attraverso metafore perfettamente definibili e decifrabili senza muri e pregiudizi. Quando parla l’anima vuol dire che cala quella maschera che ci fa stare male. In quel momento, l’anima esige una risposta più indulgente e più generosa verso la vita. Quindi, con questa Agenda dei Poeti, vera antologia poetica, l’intenzione dell’Editore Maestrini, è di far discutere, socializzare, scontrarsi e riflettere per riincontrarsi; vuol essere stimolo giornaliero di riflessione per smuovere qualcosa dentro di noi che razionalmente non siamo in grado di mettere a nudo. La poesia che aleggia intorno a noi ci fa recepire ed esprimere il messaggio che lascia lo spazio ad una propria interpretazione di quanto ha scritto l’autore.
Credo che dobbiamo riconoscere la capacità di un Editore come Otmaro Maestrini che, con sua famosa Agenda dei Poeti, lancia un indispensabile messaggio che noi dobbiamo cogliere o percepire, lasciarci coinvolgere da poesie composte da poeti selezionati con un vissuto grande e forte. Come autrice di poesie che vengono annualmente pubblicate sull’agenda, mi sento lusingata di farne parte perché in questo modo ho contribuito alla comunicazione, comunione, dialogo, convivio e all’elevazione dell’anima. D’altronde, la massima aspirazione di ogni poeta è far pensare attraverso il suo sentire, essere la risposta alle proprie ed altrui emozioni che molte volte sono palesi e altre sono avviluppate nell’ermetismo più complesso.
A mio avviso L’Agenda dei Poeti è un’Agenda necessaria e, soprattutto, fondamentale perché sottintende il pensiero dei vari poeti e non di uno solo, che potrebbe essere riduttivo. Attraverso la fruizione poetica si assorbono suggestioni che diventano patrimonio di tutti. Il poeta, l’artista in genere, è un essere chiamato ad un compito alto e solenne che richiede dedizione, sacrificio e vita consacrata, dedicata. Altro messaggio che lancia questa particolare Casa Editrice OTMA a tutti quelli che avvertono la necessità di esprimersi, è quello di dare corpo alle loro emozioni, di non smarrirle nel tempo. Qualcuno pensa che la poesia sia un’arte riservata solo a pochi illuminati, ma non è così. la Poesia è dentro tutti noi, intorno a noi. I ricordi possono diventare poesia, creature con un cuore e un’anima; rappresentano fatti, immagini, sentimenti, con parole, anche totalmente libere, che esprimono il nostro pensiero, senza confini.

Principia Bruna Rosco

Categories: Cultura Libri