Ci sono luoghi in cui vale la pena perdersi per ritrovarsi. Questi luoghi sono parte della natura, ma anche ambienti mentali, spazi spirituali dentro di noi in cui non siamo soliti spingerci, eppure fondamentali per la nostra evoluzione interiore.
A volte per provare la sensazione unica di essere nel posto giusto al momento giusto bisogna lasciarsi condurre da persone-guida che ci riportano alla nostra essenza, alla vera origine di noi stessi.
L’associazione culturale “La fonte preziosa” ci invita a condividere in piccoli gruppi un percorso interpersonale lungo un weekend, di ritorno alla nostra autenticità.
Sullo sfondo delle Prealpi Biellesi, a circa un’ora e mezzo da Milano si trova Casale, una frazione del comune di Donato, in provincia di Biella: è un piccolo borgo situato a 750 metri di altitudine, tra boschi di castagni e di betulle, dove respirare davvero è possibile e l’ospitalità è ottima.
Si può ben dire che sia la meta ideale per “staccare la spina” e concedersi una pausa di riposo…creativo grazie alla brillante iniziativa delle insegnanti Marina Fornaro e Lidia Miotto: “Tessere è rigenerarsi”.
Per seguire le lezioni non è necessario avere competenze nel settore, ciò che conta è la voglia di mettersi in gioco e di provare a fare qualcosa di diverso che coinvolga i sensi e stimoli la propria manualità, in un clima di serena convivialità.
Liberare attraverso la creatività gli impulsi e le emozioni recondite tramite l’antica forma artistica della tessitura è l’obiettivo delle due promotrici che hanno sperimentato nel corso degli anni e in contesti particolarmente difficili il valore terapeutico dell’ intreccio dei fili.
In qualità di Maestre d’Arte, Marina e Lidia hanno collaborato con laboratori di apprendimento dell’arte tessile in ambiti di disagio psichico e sociale quali: la sezione femminile del Carcere di Opera, la Casa della Carità a Sesto San Giovanni, l’UONPIA, la sezione di neuropsichiatria infantile a Rho.
Tale pratica è infatti una bella metafora dell’uomo che affronta l’esistenza costituita dalla fitta trama di relazioni, avvenimenti, situazioni. Cimentarsi nell’atto del tessere crea distensione e aiuta a sciogliere le preoccupazioni, non a caso infatti il famoso detto: “tutti i nodi vengono al pettine”.
Ad accoglierci a “La fonte preziosa” vi è anche Cesare Peri, laureato in Lettere classiche e in Filosofia ed esperto da oltre trent’anni in tecniche di meditazione e rilassamento. Con il suo carisma è il Maestro per eccellenza a cui affidarci per ritrovare un benessere psicofisico dimenticato, recuperando il contatto con il vero sé.
Insieme all’esperienza della tessitura è dunque possibile intrecciare l’indispensabile conoscenza dei Chakra, alla base dell’esperienza meditativa.
Cesare Peri ci porta a connetterci con quei vortici di energia che ruotano dentro ogni persona tramite esercizi riequilibranti, caratterizzati da movimenti dolci e gesti armoniosi.
Inoltre Cesare ci conduce a una concentrazione visiva, suggerendo visualizzazioni cromo terapeutiche che permettono, attraverso la forza dei colori, di mettere a fuoco gli stati della nostra coscienza, rivelando sensibilità e potenzialità nascoste nella profondità dell’essere.
I pregi e i vantaggi di questo affascinante programma all’insegna del benessere sono innumerevoli: dall’allentamento delle tensioni alla riscoperta di nuove risorse per affrontare con maggiore serenità la quotidianità, prevenendo lo stress con più consapevolezza fino a un’analisi introspettiva e psicoanalitica naturale per migliorare la qualità e il senso dell’esistenza, senza forzature.
Quando arriva l’ora di tornare in città e alle proprie occupazioni, lo spirito è diverso, rinnovato, il cuore è arricchito, il corpo più leggero, l’anima ci dona un nuovo entusiasmo e potremmo sentire più forte il desiderio del risveglio, per vivere intensamente ogni attimo che ci è dato.
Per chi fosse interessato, l’indirizzo mail è il seguente: lafontepreziosa@gmail.com

Diana Maria Elena Fusco