Il 77° Comandante, Col. Sergio Vignocchi, ha ricevuto lo Stendardo istituzionale dal suo predecessore, Col. Valentino de Simone, durante l’avvicendamento svoltosi lo scorso 18 novembre

alla Caserma S. Barbara in piazzale Perrucchetti 1 a Milano.

La cerimonia protocollare è iniziata puntuale con lo schieramento delle Batterie e gli Onori allo Stendardo.

Mattinata gelida ma emozionante anche per le numerose Autorità presenti – il presidente del Consiglio Provinciale di Milano, Bruno Dapei, il Generale Maurizio Boni, Comandante della Brigata di Cavalleria a Pozzuolo del Friuli sotto la quale è inquadrato il Reggimento (nonchè ex Comandante, esattamente il 72°) e i rappresentanti con i Gonfaloni delle Città di Milano, Biella, Venaria Reale, Melegnano, Pavia e Goito.

Interessanti i cenni storici illustrati: il Reggimento è la diretta prosecuzione delle gloriose “Batterie a cavallo”, propugnate dal Generale La Marmora in seguito al riordino del Regno Sardo nel 1831.

Questi componenti, denominati de le “VOLOIRE” – si legge proprio così perchè battezzati dai piemontesi per l’andatura rapida sul terreno vario e per la capacità di appoggiare con prese di posizione al galoppo le cariche della cavalleria – sono anche chiamati affettuosamente “kepì”, nome dei caratteristici cappellini con cannoni e sciabole incrociate (l’aquila incoronata).

Oggi le Batterie a Cavallo sono preziose protagoniste delle operazioni che l’Esercito Italiano svolge sul territorio nazionale – Vespri Siciliani dopo le stragi del 1992 – e all’estero – Kosovo, Libano e Afghanistan e sono pienamente inserite in importanti programmi di sviluppoo di nuove capacità operative con altre Forze Armate.

A conclusione della cerimonia, gli onori finali con l’uscita del “cavallo scosso” – momento toccante per tutti perchè il cavallo se ne va da solo, porta unicamente il mantello del suo soldato che purtroppo è caduto in battaglia – e i due colpi di cannone a salve.

Entrambi i Comandanti, Ufficiali di formazione accademica, laureati in Scienze Strategiche Militari e Diplomatiche Internazionali e con la pratica di lingue straniere, hanno salutato gli ospiti e i commilitoni al Circolo Ufficiali delle Batterie a Cavallo.

 

 

Maria Lucia Caspani

Categories: Attualità