L’arte raffinata di presentazione per offrire il caffè nelle tazzine giuste scegliendo la qualità migliore, con i chicchi dai morbidi aromi: sono le abilità che impartiscono i formatori dell’Università del caffè nella boutique inaugurata recentemente in galleria San Carlo a Milano.

Il negozio è realizzato con l’assortimento di duecento cubetti che attrezzano funzionalmente gli spazi per ospitare prodotti, nuovi modelli delle Iperespresso Touch, collezioni di tazzine artistiche firmate Francesco Clemente e barattoli dipinti dall’artista camerunense Alioum Moussa, stilizzati in edizione limitata.

Sono state utilizzate le stesse modalità – variando spessore, profondità, lunghezza ed aperture – per creare il banco cassa e i tavolinetti per le degustazioni, le luci, i cestini del riciclaggio e gli schermi video.

La supervisione del progetto “cubetti 45×45” è della Direzione Artistica della società triestina che ha incaricato l’architetto Caterina Tiazzoli, professionista che lavora in particolare fra Torino e New York.

La rappresentazione ricalca la fisolofia dei piccoli gesti quotidiani, funzionali, che si adattano automaticamente al contesto, ad ogni momento, come il bere un buon caffè.

La stessa curatrice ricerca e sviluppa concetti di diversa spazialità nei vari locali, pareti, soffitti di una città in profonda trasformazione, quasi a voler affermare: live HAPPilly.

Maria Lucia Caspani

Categories: Attualità Eventi