Giovedì 1° marzo 2012, il Circolo Ufficiali di Presidio dell’Esercito Italiano e l’Ospedale Militare di Milano, con l’Associazione Regionale Pugliesi, in un ambiente bello e prezioso com’è il salone Radetzky dell’importante Palazzo Cusani di Via Brera,15 nella zona artistica di Milano, ad un passo dal Duomo, hanno presentato il libro UN TESORO NASCOSTO di Samuele Valentino.
E’ ormai abitudine per gli scrittori avvalersi di un luogo interattivo, che crei occasioni per far conoscere il proprio lavoro.
Mentre ci deliziavamo di tanta cultura, il Generale di Brigata Samuele Valentino, Medico-Scienziato in Arme, ha presentato uno dei più bei libri scritti in questi ultimi anni: UN TESORO NASCOSTO. Questo interessante libro ha suscitato atmosfere reali nella surrealtà del fantastico, si muove nel segreto che apre le porte a “momenti e pensieri di un uomo in cammino che, dai sogni di ieri e di oggi, elabora la sua idea forte del domani che non muore”, scavalcando tutte le fila di un genere letterario vecchio e stantio per giungere ad un sorta letteraria nuova e fresca che spalanca le porte dell’anima.
L’autore, che è medico, in questo caso lo definisco “medico dell’anima”, per dare una risposta ai suoi e ai nostri conflitti interiori, ha scritto questo libro partendo da spunti autobiografici, da sprazzi di vita personale e attraverso riflessioni sul percorso della sua esistenza, per indicare che ogni uomo ha un proprio tesoro nascosto. Per cogliere il suo tesoro nascosto, il Generale Valentino è partito da una domanda che nel corso della nostra esistenza tutti ci facciamo: “dove vado?” e, per farlo, ha avuto bisogno di guardare negli occhi di sua figlia, di considerare a ritroso le vicende della sua vita, di avvalersi della scrittura per ordinare pensieri ed emozioni che offrono un messaggio forte che è quello di soffermarsi sui valori della vita. Samuele Valentino ha creato l’ingresso ad una cultura veritiera e moderna che è l’immediatezza del pensiero e, questo, crea un legame così forte da sfidare la fantasia. Il volume parte con una poesia dedicata a sua figlia Francesca:

A Francesca,
profondità di pensiero,
sensibilità cancerina e
ricerca perenne di un
equilibrio tra sogni e bisogni,
perché trovi stimoli
per le certezze personali
e allontani le insidie
dell’ospite inquietante.

Ha aperto la conferenza il Generale di Brigata Camillo de Milato, Comandante l’Esercito Lombardia che ha così esordito: «Ci sarebbe tanto da dire su questo Soldato-Comandante nell’ambito Medico dell’Esercito Militare che, all’interno di sé ha tanto da dare all’Umanità, che nei suoi occhi c’erano i colori del mare quando vedeva il futuro, mentre ora ci sono i colori del sole per ritrovare il suo passato che ha voluto regalarci in questi pensieri invisibile alla vista. Un passato che si affaccia sulla sua storia personale con un mix di cultura militare e civile esplosivo da lasciarci meravigliati e senza fiato. Per cercare l’anima di questo singolare autore bisogna leggere questo libro, ma è più giuso dire: per cercare la propria anima bisogna leggere questo libro che è “UN TESORO NASCOSTO” che farà rivivere i momenti dimenticati della nostra vita».
E’ intervenuto Dino Abbascià, Presidente Associazione Regionale Pugliesi: «Leggendo il libro di Samuele Valentino ho trovato tanta umanità. Nella trama ho visto un film tridimensionale che mi ha portato indietro nel tempo. Non ci possono essere parole da spendere per il nostro Generale, perché è troppo grande, grande anche perché è riuscito a recuperare un comunità che è quella dell’Associazione Regionale Pugliesi».
Ha preso la parola il dott. Giuseppe Selvaggi – studioso tradizioni popolari: «Nel leggere il libro mi sono particolarmente emozionato perché mi ha ricordato la mia infanzia. Nel libro ho cercato “il tesoro nascosto” che è la completezza dell’esistenza. Ho apprezzato la scelta dei luoghi e, nella descrizione, ho individuato il poeta. E’ un’opera poetica che ci porta ad una condivisione. Sicuramente, quando vorrò ritrovarmi andrò a rileggermi il libro».
Infine ha preso la parola l’autore del libro, che risponde alla domanda fattagli dal pubblico: Perché questo libro? «E’ stato un bisogno di comunicare e condividere quello che ho trovato facendo un’introspezione e, in questa ricerca del “tesoro nascosto”, ho trovato la verità della vita. E’ stata la ricerca di senso che tutti abbiamo e che per timidezza, per pudore o per non soffrire, non ricerchiamo. E’ stato un condividere i componenti della propria vita con tutti. E’ stato un bisogno di trarre da spunti della mia vita per riflettere sull’amore, sulla fede e per trovare le mie radici. Nel pormi la domanda “dove vado” mi sono dato delle risposte da cui sono partite le mie riflessioni sulle mie radici pugliesi che fanno parte della mia esistenza, senza dimenticare la mia milanesità, fino all’ultima risposta che è l’amore inteso come Amore Universale. Sto scrivendo altro libro sul luogo dove ho lavorato per tanti anni: L’Ospedale Militare di Milano. L’esperienza di scrittura mi ha conquistato in maniera così forte che non avrei mai creduto potesse succedermi. E’ il travaglio di un bisogno di scrivere per condividere».
L’evento è stato brillantemente introdotto e coordinato dal bravissimo Dott. Agostino Picicco.
Era presente anche l’attore-regista Gerardo Placido che ha letto diversi brani del libro con grande bravura e passione incantando il numeroso pubblico che lo ha applaudito con altrettanta passione.
Nel corso della Cerimonia c’è stata l’investitura di Cavaliere "di Cultura e Scienza" a due noti personaggi: la Magistrato Dott.ssa Jole Milanese e al Sessuologo Dott. Maurizio Bossi. Come sempre faccio presente, questo particolare ed ironico Circolo di Scienza e Cultura Piri Piri si propone di divulgare la cultura con grande ironia facendola diventare moderna e brillante.
Nel corso del tempo sono stati investiti molti personaggi di grande prestigio come la Scienziata Dott.ssa Maria Rita Gismondo, l’Avv. Gaetano Galeone, il Dott. Amos Nannini, il Filosofo Claudio Bonvecchio, il Prof. Giuseppe Colosio, ed altri illustri personaggi di cultura che hanno accettato questa investitura con allegria e spirito. Il Generale Camillo de Milato, grande Comandante Militare, ideatore di questo modo di essere, ha dimostrato che il comportamento gioioso ci svela a priori l’enigma della comprensione dell’essere, attesta che la necessità fondamentale dell’uomo è l’ironia e l’autoironia per donare, fondare, iniziare l’esistenza della vita. L’instaurazione di questi concetti serve a delineare la struttura della nostra esistenza per il raggiungimento dell’essenza dell’anima in seno all’etica morale.
Al termine della cerimonia, al Generale Samuele Valentino, autore del libro “UN TESORO NASCOSTO”, viene donata la tessera onoraria dell’Associazione Regionale Pugliesi.
Alla presentazione sono intervenute più di trecento persone, fra le quali molti personaggi illustri: il Generale di C.A. Giorgio Battisti, comandante NATO Reazione Rapida di Solbiate Olona, il Generale Benito Pochesci, il Brig. Gen Alfredo Vecchione, il Brig. Generale Pennino, l’Editore Dott. Renato Brucoli, il Preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica Prof. Domenico Bodega e il Regista-attore Gerardo Placido.
E’ stato un grande successo editoriale e di immagine, che ha reso onore al Circolo Ufficiali di Presidio dell’Esercito Italiano, all’Ospedale Militare di Milano, all’Associazione Regionale Pugliesi, all’autore del libro Generale Samuele Valentino e a tutti gli amici che si pregiano dell’amicizia di un grande personaggio del Mondo Militare e del Mondo della Cultura.

Principia Bruna Rosco

Categories: Eventi Libri