Cresce del 23% la quantità di business tra i soci e gli amici dei soci prodotto dall’Osservatorio Giornalistico Mediawatch nel 2011, che nel 2010 era di 1.300.000 grazie al fitto sistema di networking instaurato durante le iniziative e gli eventi dell’associazione milanese. Sono inoltre 5.980 i nuovi soci e amici avvicinatisi a Mediawatch nel corso dell’anno, grazie ai quali sono state create nuove opportunità di lavoro. Inoltre la newsletter associativa di marzo arriverà a 44560 lettori con un incremento di 18.105 indirizzi mail dallo stesso periodo del 2010. Questi i dati del report annuale dell’associazione, già apprezzata da Panorama Economy. Dati che avvalorano la tesi che le migliori opportunità lavorative e di business non si trovano fra gli annunci, ma si creano grazie alle pubbliche relazioni in occasioni mondane.

“In oltre venti anni alla guida di Mediawatch– spiega CarloVittorio Giovannelli, Presidente dell’osservatorio giornalistico Mediawatch – si è sempre di più rafforzata la convinzione che le migliori opportunità di business non si trovino ai tavoli delle riunioni aziendali, ma nelle occasioni di incontro non formali. Queste possono essere un aperitivo, una cena o l’inaugurazione di una mostra. Il clima più disteso e l’informalità di questi eventi, rendono i diretti interessati maggiormente disponibili a scambi produttivi. Mediawatch negli anni si è specializzato nella creazione di una specifica e studiata rete di networking tramite cene, eventi e serate, ottenendo risultati sempre migliori per i suoi associati e ospiti.”

 

Con networking si intende l’insieme delle problematiche, e/o regole, cui due o più entità sono soggette quando richiedano di scambiare e condividere informazioni e risorse al fine di ampliare i rispettivi business’.