Oltre quaranta pullman da tutta la Lombardia, dal Piemonte e dalla Svizzera hanno accompagnato i soci della Popolare di Sondrio al polifunzionale “Pentagono” di Bormio per l’Assemblea Generale annuale.

Sabato 14 aprile 2012 la famosa cittadina della ski area Alta Valtellina ha ospitato Autorità e giornalisti nazionali ed internazionali, studiosi, imprenditori, operatori e quasi 5000 soci iscritti (in rappresentanza dei 174 mila certificati) per approvare il 141° bilancio di esercizio.

Il Sindaco di Bormio, Giuseppe Occhi, ha fatto gli onori di casa e ha gradevolmente sottolineato i valori legati alla bellezza del paesaggio incontaminato e del turismo diffuso, motivi che hanno orientato la scelta di svolgere qui, per la decima volta, l’Assemblea dei Soci, perfettamente organizzata.

Ha rafforzato il messaggio istituzionale il vice Sindaco di Lugano, Erasmo Pelli, che ha evidenziato l’internazionalizzazione e l’eccellenza come asset strategici riferendosi a Popolare di Sondrio Suisse SA, istituto di credito di diritto elvetico, fondato a Lugano nel 1995 e controllato al 100% da PopSo.

Riconoscimenti importanti che hanno fatto da corollario alla poderosa presentazione di Piero Melazzini, storico Presidente del Gruppo e di Mario Alberto Pedranzini, solido Direttore Generale dal 1997.

Soddisfazione palpabile perché PopSo ha presentato un bilancio in salute con una raccolta complessiva di 48.904 milioni di euro (+ 5,22%) e un Fitch Rating al massimo livello assoluto rispetto ad una congiuntura globale sfavorevole.

Dichiarazioni univoche anche dai componenti del Comitato di Presidenza, fra cui Domenico Triacca, svizzero del Cantone dei Grigioni: “la solidità PopSo e i legami fiduciari con i clienti predominano sui trend negativi particolarmente complessi uniti al clima di sfiducia nei confronti dell’Italia, in difficoltà economiche, finanziarie e di sostenibilità dei conti pubblici. (Teniamo d’occhio i bilanci dei primi quattro gruppi bancari italiani che segnano rosso).

Noi vogliamo essere proattivi, investiamo in miglioramento continuo, sapere e conoscenza e sui giovani, coinvolti in gran numero ogni 31 ottobre in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio”.

E così incorniciamo la filosofia del Gruppo:

attenzione alla comunicazione glocal,

ricerca, innovazione e interoperabilità diffusa,

diversificazione e lungimiranza,

metodico e capillare presidio del territorio, 323 sportelli,

relazioni peer to peer con i clienti,

accurata formazione delle Risorse Umane che è il più grande capitale aziendale

e numerose attività, mostre, esposizioni ed iniziative di promozione culturale e solidaristiche.

Sono in rilievo:

assistenza a missioni imprenditoriali presso le rappresentanze di Hong Kong e Shanghai e negli altri 29 desk nel mondo per presidiare i mercati esteri emergenti (Bircs, Brasile, India, Russia, Cina e Sudafrica);

e-culture, sito d’arte varato nel 2004, premiato con il prestigioso E-Content Award Italy per la qualità dei contenuti digitali, l’innovativa creatività di linguaggio e la facilità d’accesso per gli svantaggiati;

intelligenti partnership per non cannibalizzare il mercato come

Rajna Immobiliare (50%), società immobiliare controllata congiuntamente con Credito Valtellinese.

Registriamo in portafoglio e a supporto:

conti a sfondo etico e sostegno ad interventi ecosostenibili, anche legati a piani di sviluppo rurale;

l’impegno per l’ottenimento dall’Unesco del riconoscimento, quale patrimonio dell’Umanità, dei vigneti terrazzati del versante retico della Valtellina;

Mapei Day, evento sportivo di successo, in calendario l’8^ edizione per luglio 2012. Qui è stata comunicata l’assenza di un invitato di spicco, Giorgio Squinzi, neo Presidente di Confindustria impegnato nella composizione della Giunta di viale dell’Astronomia e appassionato ciclista che, con podisti e specialisti dello ski-roll, si inerpicano da Bormio fino al passo più alto d’Europa, quartier generale di Pirovano Stelvio. Questa società del Gruppo gestisce il complesso alberghiero in alta quota, ideale per gli amanti dello sci estivo ed ora sede di stage e formazione outdoor specifici grazie ad una collaborazione con l’Università IULM di Milano.

Vivace il dibattito che ha toccato argomenti prettamente tecnici quali Basilea3, piano Rubik, tendenze, sfide e proiezioni socio economiche.

L’opera dedicata a “San Luigi Guanella, la voce degli ultimi”, il primo Santo della provincia di Sondrio canonizzato da Benedetto XVI il 23 ottobre 2011 poichè “durante la sua esistenza terrena ha vissuto con coraggio e determinazione il Vangelo della Carità” è il ricordo per i partecipanti.

Conclusione ad effetto del presidente Melazzini: “ho incontrato di recente Giorgio Napolitano e l’ho invitato ufficialmente in provincia di Sondrio”

Aspettiamo dunque con gioia la visita del nostro Presidente della Repubblica”.

 

 

 

Maria Lucia Caspani

Categories: Attualità Finanza