Reputo che l’Educazione Ambientale debba raggiungere lo scopo di sviluppare e promuovere facoltà intellettuali, morali e fisiche degli individui verso il rispetto, l’interpretazione e l’integrazione nell’ambiente inteso nella sua accezione più ampia. In questi anni emerge sempre più prepotentemente l’esigenza di un cambiamento di mentalità che, se rivolta in particolare alle giovani generazioni, può portare all’acquisizione stabile di nuovi comportamenti e nuove abitudini che iniziano dai gesti semplici e azioni quotidiane per la formazione dell’individuo.
Esiste un modo di viaggiare la cui principale caratteristica è la consapevolezza che il viaggiatore ha di sé e delle proprie azioni, (comperare un biglietto, un viaggio organizzato, una stanza per dormire), della realtà dei paesi di destinazione (sociale, culturale, economica, ambientale); della possibilità di una scelta meditata e quindi diversa dal tipo usualmente “commerciale”, che per questo viene definito sostenibile.
Il turismo sostenibile minimizza l’impatto delle attività turistiche sulla natura, sulla cultura locale e sulla società, sostiene e promuove l’economia locale, lavora attivamente per la salvaguardia dell’ambiente e la biodiversità, contribuisce attivamente alla preservazione della natura e della cultura, promuove la gioia della scoperta, la conoscenza ed il rispetto dell’altro, è un turismo di alta qualità e prevede una preparazione culturale orientata.
Ovvero: la qualità e la sostenibilità sono due lati della stessa medaglia:la qualità è un prerequisito per un alto livello della soddisfazione dei turisti, un luogo sano dal punto di vista ambientale, culturale e sociale, con ritorno in sviluppo economico necessario per offrire un alto grado di qualità nel tempo.

La definizione, data dat WTO sin dal 2004 considera che:

"Le linee guida e le regole per la gestione di un turismo sostenibile sono applicabili a tutte le forme di turismo in tutte le tipologie di strutture, incluso il turismo di massa e le varie sezioni del turismo “di nicchia”. La sostenibilità si riferisce all’ambiente, agli aspetti economici ed agli aspetti sociali- culturali dello sviluppo del turismo;il giusto bilancio tra le 3 dimensioni garantisce la sostenibilità a lungo termine. Così, il turismo, per essere e realizzare compiutamente la pratica della sostenibità deve:
1. Utilizzare al meglio le risorse ambientali che costituiscono l’elemento chiave per lo sviluppo del turismo, mantenendo i processi ecologici essenziali ed aiutando a conservare il patrimonio naturale e la biodiversità.
2. Rispettare le autenticità socio – culturali delle comunità ospitanti, conservare i suoi monumenti, il patrimonio culturale esistente e i valori tradizionali, e contribuire alla comprensione e alla tolleranza inter–culturale.
3. Assicurare operazioni economiche che diano profitti, a lungo termine, fornendo benefici socio – economici a tutti i portatori di interessi, in modo che questi siano giustamente distribuiti, creino occupazioni di lavoro stabili, opportunità di guadagno e servizi sociali per la comunità ospitante e contribuiscano alla attenuazione della povertà.
Lo sviluppo del turismo sostenibile richiede la partecipazione “informata” di tutti i portatori di interesse importanti, tanto quanto quella delle forti leadership politiche per assicurare un ampia partecipazione e il condivisione di idee. Qualificare il turismo in modo sostenibile è un processo continuo e richiede un monitoraggio costante degli impatti, introducendo le misure preventive necessarie e/o i giusti provvedimenti dove sia necessario. Il turismo sostenibile deve anche mantenere un alto livello della soddisfazione dei turisti e assicurare ai turisti una esperienza densa di significato, stimolando il loro interesse nei confronti delle problematiche della sostenibilità e promuovendo, grazie a loro, le pratiche del turismo sostenibile"

La sostenibilità si riflette anche all’interno della UE che ha creato appositamente un sistema di certificazione per tutte le strutture che virtuosamente iniziano un percorso di sostenibilità: l’Ecolabel europeo per il turismo.

Olivia Carone

Categories: Viaggi e turismo