Lo scorso mese, dopo l’uscita su GSA Master News degli articoli sulla “Folgore”, mi è pervenuta da Milano una graditissima lettera firmata da 4 Bersaglieri che nel lontano 1961 avevano prestato il servizio di Leva al 4° Reggimento Corazzato di Legnano nell’11^ Compagnia Bersaglieri, comandata da un certo Capitano Umberto Granati, il quale portava sul braccio il distintivo di Paracadutista. L’autore della lettera mi ha scritto che, fatte le debite ricerche, è venuto ad appurare che il loro vecchio Capitano era poi transitato nei Paracadutisti e ora si dilettava a scrivere su GSA Master News.
Scovato l’uomo, in accordo con gli altri 3, gli chiedeva di promuovere una riunione dei suoi Bersaglieri dell’11^ “Falchi Neri”, promettendo che avrebbe cercato di trovare anche altri Commilitoni.
La lettera era bellissima e mi ha sinceramente commosso per il ricordo pieno di affetto e di stima che conteneva e, in un primo momento, ero orientato a rispondere aderendo alla proposta.
Però poi, rileggendo la lettera, mi sono accorto che il mio Bersagliere si era rivolto al giovane Capitano Granati ricordandogli che lui era solito, quando assumeva il comando della Compagnia per le esercitazioni ginniche, di fare per primo il salto mortale, ma senza assistenza, con il suo Reparto sull’attenti.
Allora mi sono guardato allo specchio e ho visto la figura non di un baldo Bersagliere, ma quella di un vecchio ottantatrenne, malconcio, oltre che per la tarda età, anche a causa della dozzina di fratture procuratesi in servizio.
Ho allora telefonato a R.R. (in omaggio alla “privacy” cito solo le iniziali) e gli ho spiegato i motivi per i quali non mi sentivo di aderire all’invito, dicendogli testualmente: “Vi sono particolarmente grato delle parole e dell’invito, ma ora il vostro Capitano è un vecchio per nulla paragonabile a quello che è stato il vostro comandante. Conservate nella memoria il Bersagliere di allora e non cancellate quella figura con l’immagine che, dopo 52 anni, vi apparirebbe”.
R.R. ha cercato di ribattere affermando che anche lui aveva superato i 70 anni, ma ho compreso che, in fondo, si era reso conto che avevo ragione. Poco dopo mi ha telefonato chiedendo che gli mandassi almeno la fotografia (in 4 copie con dedica) in uniforme con il grado raggiunto e, per ricordo, che nella rubrica inserissi i Bersaglieri come ho fatto per i Paracadutisti.
Spedite le foto, aderirò, appena possibile, alla seconda richiesta.
A Te, caro R.R. e ai Bersaglieri della 11^ Falchi Neri un abbraccio del Vostro vecchio (in tutti i termini) comandante.

Gen. Bersagliere e Paracadutista Umberto Granati
Redazione.edivega@libero.it
Tel. 045/5700039 – Fax.045/8103648

Categories: Attualità