Borghetto-di-Valeggio-sul-Mincio-a27306826 In provincia di Verona è possibile imbattersi nel Medio Evo. E’ infatti sufficiente arrivare a Borghetto, una frazione di Valeggio sul Mincio, per trovare un abitato dove il tempo sembra essersi fermato al 1.400. E’ un piccolo centro a metà strada tra Verona e Brescia, la cui presenza sul territorio risale almeno al IX secolo a.C. e che nel Medio Evo apparteneva, dopo alterne vicende, ai Visconti, i quali, per difendersi dalle scorrerie dei vicini e dal passaggio, spesso cruento, di eserciti che trovavano comodo guadare in quel punto il Mincio, vi costruirono un imponente ponte fortificato, collegato a sua volta al castello visconteo sovrastante, il quale domina la Valle del Mincio. Entrambi i manufatti, costruiti alla fine del 1300, sono presenti ai giorni odierni in ottime condizioni e il luogo meriterebbe una gita solo allo scopo di visitarli. Ai piedi del Castello, praticamente adiacente al corso del Fiume Mincio, vi è l’antico abitato, il borgo, che sembra non mostrare gli effetti, devastanti e comunque perversi, del tempo (e spesso anche della scellerataggine dei posteri). Il Borgo, da tempo immemorabile chiamato Borghetto, è ubicato nella parte della pianura sottostante il castello e a poco più di cento metri dall’imponente ponte posto a sbarrare il Mincio, fiume che alimentava i vari mulini ad acqua ivi costruiti.
E’ una rete di canali nel piccolo paese, nei quali nuotano splendide trote e sulle cui rive, a breve distanza dall’abitato, nidificano vari uccelli. Fin qui, la banale descrizione topografica, ma la caratteristica del centro è di aver mantenuto integra la sua atmosfera medievale dei tempi passati. Specialmente la sera, se non fosse per le lampade elettriche nelle strade e nei negozi (oltre, sotto il Natale, a quelle caratteristiche e allegre proprie di tale festività) sembrerebbe che Borghetto fosse un paese costruito da uno scenografo e che vi fosse tornato nel tempo come per una magia.
La sera l’effetto è particolarmente appariscente. I negozi e gli esercizi pubblici sembrano appartenere a un’altra dimensione, distante secoli dalla nostra! Abbiamo visitato Borghetto tra Natale e Capodanno e abbiamo chiesto dove fosse possibile soggiornare e pranzare in una zona così suggestiva.
Ci hanno risposto che a Borghetto molti mulini sono diventati alberghi e locande e inoltre ci hanno indicato la presenza di alcuni Agriturismo nella zona limitrofa a disposizione dei turisti a prezzi interessanti.

Umberto, Roberto e Luciana Granati
umbertogranati@libero.it
Tel. 045/570039 – Fax. 045/8103648

Categories: Viaggi e turismo