termometro_caldo1

Difendersi dal caldo

L’estate è arrivata e con lei un’ondata di calore con temperature che fanno soffrire molti italiani. Ma cosa fare per difendersi da questo caldo afoso? Accanto alla raccomandazione di non uscire nelle ore centrali della giornata, di vestire con abiti di fibra naturale, come il cotone ed il lino (leggere bene le etichette e non indossare indumenti che contengono fibre sintetiche!), voglio darvi qualche consiglio dietetico per proteggerci al meglio dal nostro ospite…. Caronte. Sono “sforzi” da fare per questi giorni… ma che saranno sicuramente ripagati da una maggior resistenza al caldo eccessivo!!

Ecco 5 mosse da adottare:

1)    Evitare di mangiare alimenti grassi… non mangiare carne e formaggi!

2)   Evitare di bere bibite gassate e zuccherate. Tra le bevande da evitare ci sono anche il caffè e le bevande alcoliche, che aumentano la diuresi, quindi l’espulsione di acqua con le urine. L’acqua nel nostro corpo in questi giorni è molto preziosa: ci serve per la sudorazione e quindi per la regolazione della temperatura corporea.

3)   Consumare moltissima frutta e verdura: sono ricche sia di acqua che di preziosi minerali che vengono persi tramite il sudore

4)  Aumentare comunque l’apporto di acqua: berne due litri al giorno! Se non si ha sete… bisogna ricordarcelo. Il senso della sete diminuisce quando aumenta l’età e anche a causa del consumo di zucchero, carne e caffè! Quindi, soprattutto in questi giorni, bisogna sforzarsi a bere, in modo da evitare di disidratarsi.

5)     Ricordarsi che con il caldo si “brucia” meno e si tende ad ingrassare… Preferire quindi pasti leggeri e freschi (insalate, insalata di riso o di farro, ecc.) e fare piccoli spuntini piuttosto che grandi mangiate….

Un altro piccolo suggerimento: ridurre l’uso di ventilatori (alle alte temperature, che superano i 35 gradi, non sono efficaci)

…E per la parte “psico” della nostra Psicoalimentazione? Un suggerimento è di sedersi per una decina di minuti al giorno, chiudere gli occhi e respirare nel seguente modo: fare una profonda inspirazione, trattenere qualche secondo il respiro ed espirare, imitando le onde del mare che si infrangono sulla battigia.

Marilù Mengoni

 

Categories: Psicoalimentazione