INAUGURAZIONE MUSEO DEL Violino
Finalmente si è concretizzato un sogno! Cremona da sabato 14 settembre
possiede nel Palazzo dell’Arte
il Museo del Violino,inaugurato dal Ministro dei Beni Culturali Massimo Bray,
alla presenza del Sindaco
Oreste Perri,del Prefetto,del Vescovo,dell’Assessore regionale alla Cultura
Cristina Cappellini e di alti
esponenti della Regione Lombardia e di numerosi cittadini che gremivano Piazza
Marconi.
Un Museo,degno di questo nome,fortemente voluto dal mecenate e industriale
Giovanni Arvedi, e dove
si potranno ammirare tesori di inestimabile valore,quali i violini del sommo
Stradivari,Guarneri del Gesù,
Amati,di altri famosi liutai italiani,e pregevoli strumenti ad arco realizzati
da liutai cremonesi e di altri Paesi
d’Europa.Ha fatto da cicerone al Ministro Bray la direttrice del Museo
Virginia Villa che ha evidenziato ,visi-
bilmente emozionata le molteplici peculiarità tecniche d’avanguardia presenti
nei vari settori del Museo,che
hanno suscitato l’interesse e lo stupore non solo del Ministro ma anche dei
vari critici e studiosi di musico-
logia e di liuteria italiani e stranieri. Ma il pezzo forte ed eccezionale di
questo Museo è rappresentato
dall’Auditorium,un’autentico gioiello dell’architettura, contenente una
formidabile sala dalla sorprendente
acustica concepita dal giapponese ing. YASUHISA TOYOTA.
La serata è stata allietata dall’esibizione dell’Orchestra da camera svizzera
Strings di Lucerna con noti
brani di Wagner e Mendelssohn e da alcuni pezzi suonati dalla violinista
tedesca ARABELLA STEINBACHER.
Questo prestigioso ed importante Museo,come ha sostenuto il Ministro Bray, può
e deve costituire per la
città di Cremona un Bene artistico,musicale e culturale di cui andare
orgogliosa.
Cremona vanta una antica e gloriosa tradizione musicale,resa famosa nel Mondo
dai sommi Stradivari,
Ponchielli e Monteverdi, e con questo importante Museo compirà certamente un
singolare salto di qualità.
Un patrimonio comune di gran valore culturale e artistico che dovrà essere
validamente supportato e
valorizzato con particolari eventi e manifestazioni musicali,anche in vista
dell’ormai prossimo EXPO 2015 di Milano.
Per Cremona si prospettano occasioni culturali e turistiche notevoli ,che si
potranno ottenere soltanto con
un intelligente e serio sforzo sinergico tra enti pubblici e privati.
Non è un sogno ma un obiettivo possibile se fin d’ora si incomincia a lavorare
seriamente per conseguirlo
e consentire a questa bella e operosa città padana di guardare con serenità e
fiducia al suo futuro.

Carlo Capurso

Categories: Eventi