life_coach1

7 LIFE COACH  “ I GIVE UP”… MI ARRENDO.

L’ultima poesia di Izzy Dix, morta suicida per bullismo

 

“I give up…” ,  è lo straziante grido di dolore che Izzy Dix , giovane quattordicenne inglese, ha scritto poco prima di togliersi la vita.

http://www.dailymail.co.uk/news/article-2474809/Izzy-Dixs-heartbreaking-poem-  bullying-shortly-death.html

La ragazza subiva da tempo soprusi e angherie da parte dei coetanei della scuola e l’incessante esasperazione, lo sconforto e la profonda umiliazione di un’ultima serata che avrebbe voluto trascorrere in compagnia dei suoi amici, l’hanno spinta a togliersi la vita il 17 settembre scorso, impiccandosi nella propria abitazione .

La poesia è stata letta al funerale della giovane, e la madre, impegnandosi in una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno del bullismo, ha chiesto che le parole della figlia venissero pubblicate, sperando in tal modo di poter aprire qualche varco di consapevolezza negli adolescenti, spesso ignari delle conseguenze dei loro comportamenti sociali.

Trascrivo la poesia di Izzy che credo, meglio di ogni altro commento, ci aiuti a comprendere le gravissime conseguenze delle violenze psicologiche fra i giovani.

Mi Arrendo

Io arrivo, felice e fresca, pronta ed eccitata, per celebrare il festival.

Sono desiderosa e ansiosa di trascorrere un bel momento.

Sorrido per l’eccitazione, comincio a vedere la folla, vedo sempre più persone

Molti sono felici e gioiosi. Sono lì come me, per festeggiare,

io sorrido a loro e dico ciao ai tanti volti che vedo,

si guardano scioccati e sorpresi di vedermi,

io metto in discussione il loro giudizio e mi chiedo,
‘Che cosa ho fatto di male?’

Provo a tornare nel cerchio di risatine e a parlare, mi spingono via.

Sto ferma. I miei occhi vitrei e assenti. Improvvisamente mi chiamano,
penso, ‘sì! Mi hanno notato! “

Ma poi iniziano a fare domande, sul motivo della mia presenza.
Cominciano a dirmi che nessuno mi vuole lì.
Il mio cuore, la mia testa, il mio corpo: la nebbia,
sento i rimorsi che iniziano a pizzicare i miei occhi come le guance cominciano a bruciare.
‘Non lasciare che ti vedano. Non mostrare loro che sei indebolita’
Indebolita dai loro commenti,
‘Stay Strong’ penso.

ma è troppo tardi,
i palmi delle mani sono umidi,
le guance e il mio collo sudano
Cammino in fretta tra le risate.
Il mio cuore comincia a rompersi.
Guardo giù e cammino,
I miei occhi annegano in un mare di emozioni.
Un altro pezzo di me, frantumato dalle loro crudeli osservazioni e percezioni…
Io mi arrendo” – Izzy Dix-

 

Segnalo che l’associazione sportivo-culturale  Italian Traditional Karate Academy,  il prossimo 27 novembre  al Circolo della Stampa di Milano alle ore 17.30, terrà  una conferenza sul fenomeno del bullismo e sulla proposta formativa del  karate per “vincere senza combattere”.

Il lavoro realizzato sarà rivolto agli adulti ma dedicato a tutti i bambini e giovani, per accendere i riflettori sulle loro dinamiche violente- agite o subite- troppo spesso lontane dagli sguardi dei “grandi” che li accompagnano nel loro percorso di crescita.

 

 

…e la storia continua…                                       Daniela Testa

Categories: Life Coach