inverno

Nel mese di Novembre si entra nel cuore dell’autunno e forse si tratta del mese più difficile per l’organismo in quanto questo deve adattarsi, con fatica, ai repentini sbalzi di temperatura, al freddo e all’umidità. Segue poi dicembre, durante il quale il freddo e i disordini alimentari delle feste natalizie, mettono a dura prova il sistema immunitario.

Per combattere i nemici della nostra salute nel lungo periodo invernale la carta vincente sarà una accurata PREVENZIONE, la quale comprende: alcune semplici ma fondamentali REGOLE IGIENICHE; l’ attivazione e il rinforzo DEL SISTEMA IMMUNITARIO; la DISINTOSSICAZIONE; avere un INTESTINO PULITO E ATTIVO; aver cura dell’APPARATO RESPIRATORIO e OSTEO-ARTICOLARE; seguire un’ALIMENTAZIONE nutriente ma leggera; continuare ad eseguire l’ ESERCIZIO FISICO; effettuare la VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE;

e, nei soggetti in cui si renda necessario, è utile eseguire una INTEGRAZIONE con gli integratori più idonei.

REGOLE IGIENICHE

Secondo le recenti linee guida del Ministero della Salute è indispensabile:

  • LAVARSI SPESSO LE MANI CON ACQUA E SAPONE O, IN MANCANZA DI QUESTI, CON GEL ALCOLICI
  • COPRIRE BOCCA E NASO CON FAZZOLETTI DI CARTA QUANDO SI STERNUTISCE O TOSSISCE
  • EVITARE GLI AMBIENTI AFFOLLATI
  • RIMANERE A CASA, SPECIE PER GLI ANZIANI E IN FASE INIZIALE, PER EVITARE IL CONTAGIO OPPURE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS

SISTEMA IMMUNITARIO AL TOP

Il cambio di clima, la carenza di luce, il freddo, riducono la capacità dell’organismo a reagire difronte all’attacco di virus, batteri, a infiammazioni e radicali liberi in eccesso; quindi è bene assumere piante medicinali, integratori o vitamine con proprietà immunostimolanti quali l’Echinacea,  la Curcuma, il Vischio, l’Astragalo, l’Eleuterococco, l’Aglio, l’Aloe vera, la Rosa canina, l’Uncaria, la Vitamina C, alcuni tipi di funghi come il Reishi Ganoderma lucidum, o il Maitake-Grifola.

L’uso degli immunostimolanti, anche naturali, è comunque sconsigliato nelle:

malattie sistemiche progressive (tubercolosi, sclerosi multipla, collagenosi, leucomi, infezioni da HIV e patologie autoimmuni), nei soggetti che hanno subito o sono in attesa di un trapianto d’organo e nelle leucemie in attesa di trapianto osseo.

Per contrastare l’effetto dannoso di una eccessiva produzione di radicali liberi legata allo stress determinanto anche dal cambiamento climatico si consiglia l’uso di antiossidanti quali la Papaia fermentata,  Vitamine A, E, C, Bacche di Goji, Bacche di Acaj, oligoelementi come selenio, rame, manganese, zinco.

DISINTOSSICAZIONE

La disintossicazione prevede il drenaggio delle tossine e delle scorie metaboliche per azione del fegato, dei reni, dell’intestino, della pelle, dei polmoni  e del sistema linfatico. Per facilitare l’eliminazione delle scorie è importante bere almeno 1 litro d’acqua al giorno, seguire una appropriata alimentazione,  ed effettuare una terapia di drenaggio per i vari emuntori con, ad esempio, la linfa di Betulla, il Tarassaco, il Carciofo, la Pilosella, la Bardana, la Melissa, l’Equiseto, o il Boldo. Importante anche valutare l’acidosi dell’organismo e quindi, se necessario, assumere alcalizzanti per riportare in equilibrio la bilancia acido-basica del corpo. Utile a tale scopo assumere al mattino, a digiuno, un limone spremuto e diluito in un bicchiere d’acqua, eventualmente dolcificato con poco miele; anche il magnesio, il potassio, la clorofilla. Uno stato di acidosi mantenuto per troppo tempo può contribuire all’insorgenza dell’osteoporosi o di calcoli renali.

Anche le tossine psicofisiche accumulate a causa soprattutto dello stress richiedono un adeguato drenaggio per poter contrastare diversi disturbi come insonnia, stanchezza, ansia, mal di stomaco. Potersi concedere la sera un bagno caldo, dove si sia sciolto un chilo di sale, è un ottimo depurativo. Se poi si miscela al sale un olio essenziale si potrà beneficiare anche degli effetti energetici, afrodisiaci, rassodanti, antidepressivi, depurativi sia fisici che mentali dell’aromaterapia, a seconda dell’olio utilizzato. Durante questa parentesi di relax non dovrà mancare la musica, le cui frequenze sono purificatrici, soprattutto per le tossine della mente e della psiche.

INTESTINO PULITO E ATTIVO

Eliminare le scorie adese al mucosa del colon, a volte vecchie di anni, mediante l’idroterapia del colon permette, per via indiretta, di riattivare le difese immunitarie, recuperare l’energia fisica e mentale, migliorare la digestione, perdere peso, ritrovare il buon umore, eliminando anche il fastidioso gonfiore addominale, il meteorismo, l’alitosi, la nausea, varie patologie dermatologiche e la cefalea dovuta all’affaticamento epatico e alla dissemina delle tossine.

APPARATO RESPIRATORIO

Senza dubbio è il bersaglio principale del freddo invernale e degli sbalzi di temperatura. Utili per:

  • NASO e GOLA sono Propoli, Luffa, Mercurius, Argentum.

Per:

  • BRONCHI e POLMONI sono Aconitum, Bryonia, Lachesis, Drosera, Eucalipto.

Sempre valido l’uso dell’aerosol con olii essenziali di eucalipto, pino silvestre, timo da usare, da soli o in associazione, nelle faringiti, nelle bronchiti acute e croniche, nelle tracheiti, nell’influenza.

APPARATO OSTEO-ARTICOLARE

Il freddo, l’umidità e la mancanza o l’eccesso di esercizio fisico, favoriscono nevralgie e la comparsa o la riacutizzazione dolorosa a carico dei muscoli e delle articolazioni.

Le terapie consigliate sono:

  • analgesici, antinfiammatori (cortisonici e FANS), decontratturanti muscolari
  • rimedi naturali come l’arnica, la kalmia
  • terapia fisica come la magnetoterapia
  • massaggi eseguiti da personale preparato e competente
  • tecniche di rilassamento

ALIMENTAZIONE

Una corretta alimentazione è fondamentale per migliorare la risposta immunitaria, rinforzare ossa e muscoli, eliminare le tossine metaboliche e combattere la stanchezza psicofisica.

Quindi una alimentazione invernale, nutriente ma leggera, comprenderà

  • RADICI: depurative, tonificanti e non ingrassanti quali rape, topinambur (utili per la cattiva digestione e stipsi), scorzanera (ricca di Vit C ed E, calcio, fosforo, potassio), scorzabianca (ottimo ricostituente insieme alla scorzonera), zenzero, sedano rapa e carote ricche di Vit A, B, PP, D, E, la rapa (ricca di Vit C, fosforo, calcio e potassio).
  • SEMI OLEOSI: semi di pistacchio (i più ricchi di Omega 6), sesamo, noce, nocciola, girasole.
  • VERDURA: zucca, broccoli, finocchi, carciofi, spinaci, lattuga, aglio, cipolla.
  • FRUTTA: cachi ( ricchi di potassio, calcio, betacarotene) sono un potente scudo antivirus, nonché un aiuto per vincere l’astenia tipica dei mesi invernali) melograno, arance, mandarini, ananas, avocado, banana, kiwi, mele, pompelmo.
  • CEREALI: orzo, mais.
  • LEGUMI: lenticchie.
  • YOGURT vero e proprio cibo-medicina disintossica l’intestino, rinforza il sistema immunitario e la flora intestinale.
  • PESCE azzurro, salmone, carni bianche.

Da non dimenticare una adeguata assunzione di ACQUA, THE VERDE, TISANE.

Quindi si dovrebbe seguire una alimentazione che non affatichi lo stomaco e che non sia pro-infiammatoria; dovranno quindi essere banditi cibi in scatola, cibi raffinati, dolcificanti chimici, cibi elaborati e troppo grassi, pomodoro.

ESERCIZIO FISICO

L’esercizio fisico non va eliminato a causa del freddo o del cattivo tempo, anzi, un’attività fisica moderata e prolungata nel tempo stimola il sistema immunitario specie se effettuato all’aria aperta e durante le ore di luce per stimolare la produzione della Vitamina D.

La Vit D è oramai considerata un “super Ormone” in quanto è un costituente basilare di numerose funzioni fisiologiche dell’organismo e interviene in numerose reazioni enzimatiche e biochimiche.

In estate è bene “fare il pieno” di questa vitamina mediante una corretta e prolungata esposizione solare, solo nelle prime ore del mattino e nel tardo pomeriggio, così da avere la vitamina a disposizione durante i mesi invernali. Qualora fosse necessario si potrà fare una adeguata integrazione, in inverno, con preparati efficaci e privi di effetti collaterali.

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE

Secondo le indicazioni del Ministero della Salute la vaccinazione antinfluenzale è consigliata: “a tutela della salute individuale e collettiva, al fine di implementare la prevenzione delle forme gravi o complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura nei soggetti di tutte le età, affetti da patologie croniche o da malattia grave. E’ consigliata anche a coloro che svolgono un lavoro di pubblica utilità come gli operatori sanitari e le forze dell’ordine. Favorisce l’efficienza dell’assistenza sanitaria, diminuendo i costi sociali diretti ed indiretti, limitando gli accessi impropri nelle strutture di pronto soccorso”.

Per chi desidera seguire una sorta di “VACCINAZIONE” NATURALE sono disponibili vari rimedi come:

  • ECHINACEA
  • PROPOLI
  • PROBIOTICI
  • VINCETOXICUM
  • RAME-ORO-ARGENTO (oligoelementi)
  • MANGANESE-RAME
  • ROSA CANINA
  • RIBES NIGRUM
  • SEMI di POMPELMO. Si trova, in capsule o in gocce, ed è un potente antibiotico naturale utile per prevenire e sconfiggere infezioni batteriche e virali.
  • BACCHE di ACAJ

Naturalmente anche per chi fa uso di rimedi naturali è da sconsigliare l’auto-cura. Il consiglio del proprio Medico o del Farmacista di fiducia sono irrinunciabili.

Nel ventaglio di possibilità curative per fronteggiare le patologie tipiche della stagione invernale non deve mancare la ricerca di  TROVARE TEMPO PER SE’ E PER CHI SI AMA. La lettura di un libro di narrativa o di poesie, l’ascolto della musica preferita, dedicarsi ai propri hobby, dedicare tempo-qualità a chi si ama, dare ascolto ed aiuto alle persone che ne hanno bisogno, riscalda l’anima, libera la mente e fa stare bene con se stessi. Tutto ciò non può che avere un effetto benefico sul sistema immunitario e sulla salute in generale, in ogni stagione!

Dott.sa Castellacci

 

Categories: Salute e benessere