life_coach1

18 LIFE COACH  Il Benessere alimentare alle sue origini : L’Università Cattolica di Cremona e la “Valle Alimentare del Po ”  

(novembre 2014)

Il professor Fabio ANTOLDI, preside dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Cremona, nel corso della conferenza: “Cremona verso l’ EXPO 2015”, ha illustrato il progetto “Italian Agri-Food Excellence: A Unique Learning Experience in the Hearth of the Po Food Valley” che si realizzerà nel corso dell’intero semestre EXPO, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.

Spiega Antoldi che il programma CEEP (Cremona Executive Education Program) prevede sei categorie principali di corsi CEEP che vedranno riuniti imprenditori e associazioni imprenditoriali dell’industria agro-alimentare, buyer e distributori di prodotti alimentari sui mercati internazionali, accademici, scienziati, giovani ricercatori e studenti  di PhD di tutto il mondo che svolgono ricerca sui temi EXPO 2015, esperti di ONG e della cooperazione internazionale, imprese multinazionali operanti nel settore agro-alimentare e/o della chimica verde e giornalisti di riviste scientifiche ed economiche. Il professore sottolinea che CEEP rappresenta  un’esperienza formativa unica, in quanto include al suo interno una combinazione tra lezioni tenute da esperti in un ambiente internazionale e visite guidate in tutta la Po Food Valley, che permetteranno ai partecipanti di conoscere le più prestigiose realtà produttive italiane.

Il programma CEEP, chiarisce Antoldi, si inscrive nell’ambito degli obiettivi di “Business to Business” da non confondere con la valenza culturale e la possibilità di essere avvolti dalla cultura e dalla bellezza di Cremona nel corso dell’esperienza formativa.

Per approfondire le informazioni sui corsi del programma CEEP:

Università Cattolica del Sacro Cuore Via Milano,  24 -26100 Cremona, ITALIA

www.cremonafoodvalley.com

tel. 0372/499113

 

Tra i diversi temi presentati vi è quello dedicato al Food Security  e alla disponibilità di cibo in un’area specifica. CEEP affronta questa questione cruciale attraverso corsi dedicati ai quattro pilastri individuati da OMS  e FAO: 1- la disponibilità di cibo, che comprende diversi fattori, quali la disponibilità del terreno, la gestione del suolo, la selezione e la gestione di colture e allevamenti;  2- l’accesso al cibo che è uno dei motivi principali della fame e della malnutrizione nei paesi in via di sviluppo;  3- l’utilizzo del cibo, che è strettamente correlato alla food safety e alla qualità del cibo che si mangia;  4- la stabilità alimentare, che è la capacità di procurarsi del cibo nel tempo.

La valorizzazione del territorio nazionale attraverso le eccellenze tecnologiche e produttive in ambito agro-alimentare offre quindi l’occasione per approfondire un altro tema a riguardo dell’alimentazione, e cioè quello dei dati nazionali e mondiali sulla effettiva portata della nutrizione, della malnutrizione e della fame nel mondo. Il tema che verrà approfondito nel prossimo LIFE COACH, il n° 19, non riguarderà esclusivamente gli aspetti tecnologici ed economici ma comprenderà anche quelli della SALUTE, mentale e fisica.

 

 

                          ….e la storia continua…                        Daniela Testa

Psicologa-Psicoterapeuta

testa.studio1@gmail.com

 

Categories: Life Coach