images

Lingua italiana

Navigare tra le parole

di Paolo Pivetti

 

Digitale: le dita… e altro

 

 

C’è un vagabondare delle nostre parole da un significato all’altro, da un uso all’altro, anche da un genere all’altro, che a volte ci sorprende. Eppure siamo noi, col volger dei tempi, a spostarle come pedine di un nostro interminabile gioco linguistico.

Prendiamo la parola digitale. È un aggettivo che significa “delle dita” o “riguardante le dita”, dal latino digitalis che deriva a sua volta da digitus, dito. Diciamo infatti, per esempio, impronte digitali. Ma se qualcuno ha una lieve infarinatura di botanica, conosce la Digitale, genere di piante erbacee con grandi fiori a campanula, in particolare la Digitalis purpurea (con iniziale maiuscola come tutti i nomi, in botanica), una pianta con grandi grappoli di fiori rossi a forma di campanula allungata, coltivata sia come pianta ornamentale, sia per usi farmaceutici. Ecco dunque il primo “trasloco” della parola digitale e del suo significato. Perché quella pianta fu chiamata così? Perché i botanici che le diedero il nome trovarono nel fiore la somiglianza con un ditale (digitalis). Ma questo è ancora niente. Veniamo all’oggi.

La televisione digitale, che c’entra con le dita? E così pure tutto ciò che in elettronica è detto digitale? La spiegazione non è molto complessa, e alla fine ci riporterà al latino “digitus”, ma passando per l’inglese. Il nostro digitale, nel caso del linguaggio elettronico e informatico, deriva infatti dall’inglese digital, che non ha nulla a che fare con le dita ma significa “numerico”. Si riferisce infatti alla tecnica di trasformazione di un segnale in impulsi numerici.

Digital perché in inglese digit significa numero semplice, cifra, cioè uno di quei numeri che si possono indicare con le dita. Davvero empirici, gli Inglesi. Noi invece, nel termine cifra raccogliamo un po’ più di storia. Ci viene infatti dall’arabo sifr perché furono gli Arabi, a cavallo del Millennio, a trasmetterci la numerazione in cifre che avevano imparato secoli prima dagli Indiani.

Per nostra soddisfazione patriottica, l’inglese digit ci riporta comunque al latino perché deriva proprio dal latino digitus.

I viaggi delle parole sono lunghi e complessi. Ma quante volte ci riconducono a quella gran madre del vocabolario europeo che fu la lingua dell’antica Roma!

 

Tags: