diritti

 

Premiazione ‘TURISMI ACCESSIBILI – Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere’

  

Simona Petaccia, Giornalista e Presidente Diritti Diretti:  «C’è bisogno di professionisti che riescano a sdoganare il settore dalla “banalità di fare del bene”, per mostrare alla gente comune e ai manager pubblici/privati come l’accessibilità possa migliorare un territorio e la sua offerta turistico – culturale (pubblica e privata), con notevoli progressi sulla vivibilità delle persone che lo visitano/abitano oltre che sui profitti per il mondo delle imprese. Ecco perché il nostro premio è dedicato a giornalisti, comunicatori e pubblicitari».

I riconoscimenti dell’edizione 2015/2016 si consegnano a Teramo (TE), venerdì 15 aprile 2016 (ore 11:00)

 

I riconoscimenti dell’edizione 2015/2016 del primo premio nazionale ‘TURISMI ACCESSIBILI – Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere’ (www.turismipertutti.it) bandito dalla onlus abruzzese Diritti Diretti (www.dirittidiretti.it) sono consegnati durante la cerimonia di premiazione che si svolge il 15 aprile 2016 (ore 11:00) presso l’Aula Tesi della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo.

INTERVENGONO:

– Rettore Università degli Studi di Teramo, Luciano D’Amico.

– Presidente Diritti Diretti, Simona Petaccia.

– Vincitore Edizione 2015/2016, Nicola Tupputi.

«Abbiamo scelto l’Università di Teramo – ha dichiarato Simona Petaccia – perché è quella che, nella nostra regione, ospita la Facoltà di Scienze della Comunicazione e Diritti Diretti concentra molta della sua attività riguardante il turismo accessibile proprio sull’importanza di una comunicazione professionale che gli faccia oltrepassare la sua dimensione settoriale».

«Sono, infatti, convinta – ha continuato Petaccia – che la comunicazione sia un tassello fondamentale per la diffusione del turismo per tutti perché tuttora esiste un contrasto tra ciò che la maggior parte degli esperti in progettazione universale desidera comunicare e quello che, invece, riesce a far percepire al pubblico e ai media. I primi parlano di progetti per tutti i cittadini e per tutti i turisti, ma i secondi capiscono che si tratta di solidarietà verso i disabili oppure di obbligo legislativo».

«C’è quindi bisogno – ha concluso la Presidente – di professionisti che riescano a sdoganare il settore dalla “banalità di fare del bene”, per mostrare alla gente comune e ai manager pubblici/privati come l’accessibilità possa migliorare un territorio e la sua offerta turistico – culturale (pubblica e privata), con notevoli progressi sulla vivibilità delle persone che lo visitano/abitano oltre che sui profitti per il mondo delle imprese. Ecco perché il nostro premio è dedicato a giornalisti, comunicatori e pubblicitari».

MAGGIORI INFORMAZIONIwww.dirittidiretti.it

CONTATTI: info@dirittidiretti.it.

FOTO: Simona Petaccia, Giornalista e Presidente della onlus Diritti Diretti. Per scaricarla, cliccare qui.

 

Categories: Comunicati stampa