L’evento è una straordinaria e piacevole vetrina del Veneto e di Venezia e delle sue eccellenze attraverso la rappresentazione raffinata e divertente della sua festa più famosa: il Carnevale. Venexhibit, con la collaborazione del Main Sponsor Miodino Faram APRE IL CARNEVALE DI VENEZIA A NEW YORK!

Si tratta del primo “format entertainment” (dei tre programmati) predisposto dalla rassegna “Venexhibit” in collaborazione con Art Living di Milano e nell’ambito del progetto Triennale New York. Venexhibit ha come “missione” quella di portare il meglio del Veneto all’estero, a cominciare dalla città della Grande Mela, favorendo così le relazioni sociali, industriali e culturali, ma soprattutto valorizzando giovani talenti che da soli, non potrebbero esprimersi al meglio in un palcoscenico cosi “irraggiungibile” come quello di New York.
L’apertura del Carnevale di Venezia a New York verrà annunciata alla RAI di New York il 22 febbraio, il giorno prima dello spettacolo super-esclusivo, riservato ad una platea VIP di 150 persone, con il contributo del “Main Sponsor” Miodino-Faram, che ha raccolto la “sfida del mecenatismo” lanciata da Venexhibit. Contribuiranno alla buona riuscita dell’evento anche la Venetian Community, che ha sposato l’iniziativa ed il Consolato d’Italia che ha dimostrato di gradire il format Venexhibit dal momento che fonde il piacere dell’incontro sociale con quello della valorizzazione dei giovani talenti italiani. Sarà presente la Scuola Italiana Design di Padova – Parco Scientifico Galileo, che metterà in luce la capacità creativa dei propri studenti, nell’ambito del progetto “Recycling Masks”.
Durante lo spettacolo del 23 febbraio, curato e realizzato da Venexhibit con la direzione artistica del Principe Maurice Agosti Durazzo, animatore e Gran Cerimoniere di tutti i grandi eventi di piazza San Marco ed esperto “casanovista”, alcuni artisti raccontano e fanno rivivere con parole, danze e musica agli Ospiti la storia del Carnevale di Venezia dalle origini con la creazione dei personaggi della Commedia dell’Arte al tema ufficiale dell’edizione 2011: “Ottocento: da Senso a Sissi, la Città delle Donne”.
Perciò il titolo dell’happening è “Casanova e il Piacere dei Sensi” (Casanova and the Pleasure of Senses ) parafrasando la frase di apertura delle sue memorie e il titolo del Carnevale 2011.
La location del 23 febbraio, nel cuore di New York è assolutamente esclusiva; come nel migliore dei giochi carnascialeschi, Maurice Agosti gioca a farsi rincorrere, non tra le stanze dei palazzi settecenteschi veneziani, ma tra i grattacieli di Manhattan, lasciando all’abilità dei giornalisti o dei cacciatori di gossip il compito di scovare l’identità di luogo di questo “Secret VIP Party”.
Avere la possibilità di promuovere e raccontare in anteprima nella capitale del mondo il Carnevale di Venezia, perfetta sintesi delle anime della città lagunare, potrebbe essere d’auspicio per un ideale gemellaggio tra due città che hanno tanto in comune: l’essere da sempre cosmopolite, l’avere uno spirito culturale e commerciale spiccatissimo ed essere portatrici di libertà e tolleranza nella loro storia passata, presente e futura, oltre che essere “sull’acqua”.