Cosmesi fai da te

L’autoproduzione di cosmetici è oggi uno degli hobby più diffusi; consiste nel creare saponi, creme, unguenti, profumi, scrub, balsami labbra, maschere e molti altri prodotti comodamente a casa propria utilizzando gli ingredienti che si preferisce: proprio qui sta il bello! Si può scegliere ogni singolo ingrediente delle composizioni in modo da creare prodotti personali in base al proprio tipo di pelle ed ai propri gusti olfattivi.

Negli ultimi anni questo hobby si è diffuso in tutta Europa, soprattutto tra le ragazze che, stanche di comprare prodotti pieni di siliconi, petrolati e parabeni, hanno deciso di mettersi in gioco per creare cosmetici naturali ed unici. Oggi più che mai è importante saper leggere gli INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) dei prodotti che si acquistano, per evitare di andare incontro a spiacevoli inconvenienti causati sia da sostanze chimiche pericolose (ad esempio l’EDTA, un sequestrante che molti studi hanno considerato dannoso per la salute) sia da potenziali allergie. Un modo per evitare tutto ciò ed essere sicure che gli ingredienti utilizzati siano di origine biologica, non ogm e di alta qualità sta proprio nell’autoproduzione. Inoltre, è adatta anche per i piccoli budget: creando da sé i propri prodotti si risparmia molto! Basti pensare che con un litro di olio d’oliva si possono produrre una ventina di saponi.

Dal punto di vista psicologico, l’autoproduzione è un modo per rilassarsi o energizzarsi in base alle essenze che si utilizzano, e la soddisfazione che scaturisce potendo dire “questo prodotto l’ho fatto io con le mie mani!” è immensa.

Dal punto di vista pratico, sono sufficienti una pentola per il bagnomaria, una ciotolina di acciaio inox o vetro pirex, delle spatole di legno, una bilancia ed i singoli ingredienti. Questi ultimi è bene acquistarli in negozi di fiducia, nelle erboristerie oppure sul sito francese www.aroma-zone.com, grande rivenditore mondiale di strumenti ed ingredienti per la cosmesi fai da te. Solitamente gli ingredienti di base sono gli oli vegetali, i burri, le cere, gli idrolati, gli oli essenziali e gli estratti di erbe. Gli oli vegetali sono la base di molte ricette cosmetiche, ognuno ha le sue proprietà ed è bene selezionarli in base allo scopo del prodotto; i principali sono di mandorle dolci, di jojoba, di germe di grano e di rosa mosqueta. I burri servono ad ammorbidire il prodotto ed i più conosciuti e versatili sono quello di karité e di cacao. Le cere servono a rendere solida una composizione e quelle più utilizzate sono quella d’api e di soia. Gli idrolati sono acque aromatiche estratte principalmente dai fiori, sono molteplici ed ognuna ha le sue proprietà, ma la più versatile è la classica acqua di rose. Gli oli essenziali servono a conferire il profumo al prodotto, ma anche a dargli il suo scopo: contengono numerosi principi attivi e, grazie all’olfatto, giocano un ruolo importante anche sulla psiche; sono estratti da fiori, radici, scorze; l’indispensabile è quello di lavanda: grazie alle sue numerose proprietà si adatta bene alla maggior parte dei cosmetici. Infine, gli estratti di erbe contengono principi attivi che potenziano l’effetto del cosmetico, ad esempio l’estratto di malva ha effetto addolcente ed è particolarmente indicato per pelli sensibili, secche ed irritate.

Vediamo ora due ricette semplici che ognuno potrà sperimentare!

Unguento balsamico

ingredienti per barattolo da 100 ml:

70 g di olio extravergine d’oliva bio

20 g di cera d’api bio

10 g di burro di karité bio

2 gocce di vitamina È

oli essenziali 100 % puri di: tea tree, timo, menta, eucalipto, pino, lavanda

Procedimento: disinfettare il barattolo con alcol alimentare o, se di vetro, facendolo bollire. In una pentola portare ad ebollizione dell’acqua che ci servirà per mettere una ciotola di acciaio o pirex a bagnomaria, contenente l’olio, la cera d’api spezzettata ed il burro di karité. Quando la cera e il burro si sono sciolti, togliere dal bagnomaria ed aggiungere 15/20 gocce di ogni olio essenziale e 2 gocce di vitamina E. Travasare nel barattolo e lasciare raffreddare: in poche ore l’unguento si solidificherà ed è pronto. L’importante è lasciarlo una giornata senza tappo in modo che non si crei condensa: dell’eventuale acqua farebbe andare a male l’intera composizione.

Maschera per pelli miste

ingrendienti

2 cucchiai di argilla verde ventilata

succo di limone qb

1 cucchiaio di miele

miscelare tutti gli ingredienti con una spatola in legno o altri materiali che non siano metallici, applicare sul viso evitando il contorno occhi e le labbra e lasciare in posa 10 minuti, quindi sciacquare abbondantemente con acqua tiepida. Questa maschera è molto utile in caso di imperfezioni, in quanto l’argilla e il limone sono dermopurificanti, ma anche in caso di pelle secca, in quanto il miele è un ottimo idratante.

A presto con nuove ricette e… Buon divertimento!

Clara Passera

Categories: Naturopatia