NON SOLO RICETTE! PIATTI STUDIATI PER METTERE INSIEME CIBI CHE PUNTANO A MIGLIORARE LA SALUTE E LA QUALITA’ DELLA VITA SECONDO I PRINCIPI DELLA NUTRIGENOMICA E DELL’ EPIGENETICA.

Le Ricette di Osetta

Insalata di pere e cavolo rosso

Ingredienti

200 g di cavolo cappuccio rosso

100 g di lollo o altra insalata

1 pera piccola, matura ma soda

    (preferibilmente biologica)

1 carota grande

2 cucchiai di semi di girasole

1 cucchiai di erba cipollina 

    o qualche anello di porro

  Salsa

2 cucchiai di olio extravergine

1 cucchiaino di aceto di lamponi

    o aceto di mele

1 cucchiaino di senape all’antica (con semi interi)

Sale delle erbe

 

Procedimento

Tostate leggermente i semi di girasole in una padella e lasciateli raffreddare.

Grattugiate la carota, eliminate le foglie esterne del cavolo e affettatelo molto finemente (si può usare una mandolina) e tenete tutto separato.  Se usate la pera biologica lavatela bene e affettatela senza sbucciarla, altrimenti sbucciatela.

Lavate le foglie del lollo lasciandole intere e sistematele sul fondo di un piatto di portata. Disponete il cavolo al centro con la carota intorno e le fette di pere sopra. Tritate l’erba cipollina e distribuitela sopra l’insalata insieme con i semi di girasole.

Preparate la salsa mescolando tutti gli ingredienti, versatela sull’insalata e servite subito.

 

Note

Provate a cercare l’aceto di lamponi, che si trova nei negozi di specialità gastronomiche, o su Internet perché è  un aceto delicato, profumatissimo che da un tocco speciale ai piatti.  Una buona alternativa è l’aceto di mele maturato in barrique, che si trova invece nei supermercati.

Il cavolo cappuccio rosso (cavolo viola), fa parte della grande famiglia delle crucifere, studiata e apprezzata molto  per le  indiscutibili proprietà antitumorali. Il cavolo rosso, a differenza di altri membri della famiglia, contiene un alto numero di antocianine che donano il colore viola ed influenzano quelle vie genetiche che regolano la durata della vita.

 

E-mail: ricettediosetta@gmail.com

 

Categories: Nutrigenomica