INFORMAZIONE VUOL DIRE PREVENZIONE: NUTRIGENETICA, NUTRIGENOMICA, EPIGENETICA , NUTRACEUTICA.  

           

Questi termini si leggono sempre più spesso in ambito di studi medici a livello mondiale e vengono poi ripresi nel settore dell’alimentazione.

In realtà in tutto il mondo scientifico c’è un fervore di studi. Si apre un nuovo approccio per prevenire e curare malattie dalla sindrome metabolica al tumore.

In particolare l’approfondimento di questi studi è partito proprio da quel settore della medicina che si occupa dei tumori. I medici vogliono capire qual’ è il meccanismo di difesa che si inceppa e permette ad una cellula anomala di moltiplicarsi in maniera esponenziale fino ad invadere e decretare la morte del corpo tra atroci sofferenze.

EPIGENETICA : spiega come la nutrizione altera l’espressione genetica ,come puoi riprogrammare il  DNA per guarire e prevenire.  Interessante sapere come ambiente e  stile di vita provochino  cambiamenti del  DNA anche in gemelli omozigoti .

ISTONI  E ONCOSOPPRESSORI: non più tardi di 10 anni fa, non sapevamo quasi nulla della regolazione dell’HDAC (istone deacetalasi ) nel cancro o in altre malattie, ma oggi è una delle aree più promettenti della ricerca relativa alla salute. In poche parole, tutti noi abbiamo geni oncosoppressori, che sono in grado di bloccare le cellule tumorali. Questi geni sono presenti in ogni cellula del  corpo, ma lo sono anche le proteine chiamate istoni. Come il dottor Jean-Pierre Issa ha spiegato al M.D. Anderson Cancer Center, gli istoni possono “abbracciare” il DNA in modo così stretto da diventare “nascosto alla vista per la cellula.” Se un gene soppressore del tumore è nascosto, non può essere utilizzato, e in questo modo si spegne, consentendo alle cellule tumorali di proliferare.

Qui entra in gioco l’epigenetica: alcuni alimenti, come i broccoli e altre verdure crocifere, agliocipolle contengono sostanze che agiscono come inibitori dell’istone, che essenzialmente lo bloccano, consentendo ai geni oncosoppressori di attivarli e combattere il cancro. Consumando regolarmente questi alimenti, si sostiene naturalmente la capacità del corpo di combattere i tumori.

NUTRIGENOMICA  studia le differenze tra nutrienti capaci di influenzare l’espressione genetica.

Questa branchia della nutrizione umana ha potuto creare dei PROGRAMMI PERSONALIZZATI sulla costituzione genica dell’individuo, predicendo i fabbisogni nutrizionali e gli eventuali rischi correlati alle patologie nutrizionali.

             

Hanno suscitato molto interesse gli incontri sull’argomento tenuti da ottobre a dicembre 2016  presso l’Università Cardinal Colombo a Milano.

 NUTRACEUTICA la scienza che studia le composizioni degli alimenti e le funzioni che potenzialmente influenzano i processi cellulari e metabolici , valuta la capacità di una vitamina o di alcuni minerali di facilitare un’attività cellulare intervenendo con coenzimi. Il nutriente non è solo cibo ma è il primo attore attivo nella prevenzione delle malattie diventando esso stesso farmaco (nutraceutico).

             

Incontri settimanali all’Università Cardinal Colombo da gennaio a maggio 2017- Milano

   RESTRIZIONE CALORICA E L’ORGANISMO SI DISINTOSSICA

La dieta mima-digiuno (consigliata dal dr. Walter Longo, dal dr Kris Verburg ma anche da tutti gli altri studiosi del settore) frena le modificazioni nel processo di invecchiamento e di molte alterazioni degenerative associate all’età . Un grande beneficio sembra averne il sistema nervoso centrale  ( SNC) dove il livello di infiammazione si abbassa controllando il regime alimentare. E’ ormai nota la stretta relazione tra lo stato infiammatorio e l’Alzheimer, il cancro, il diabete e le malattie cardiovascolari. Un ulteriore beneficio portano gli antiossidanti in particolare gli acidi grassi essenziali ( il corpo non riesce a produrli e devono essere importati con cibi o integratori )  che riducono l’infiammazione diffusa negli anziani .

UN ESEMPIO:  CINQUE GIORNI AL MESE CONTINUATIVI

Colazione: nocciole, uvetta e tè verde porridge di avena

Spuntino: una mela

Pranzo : 100 grammi di pesce oppure verdure cotte al forno o a vapore con abbinati fagioli

Cena: insalata o altri tipi di verdure con olio di oliva extravergine.

Ovviamente è solo un esempio e comunque va SEMPRE personalizzato.

 

LE RICETTE DI OSETTAstudiate  e realizzate  secondo i principi della Nutrigenomica, Nutraceutica, Epigenetica permettono di mangiare variato, buono , sano .

 https://www.gsamasternews.it/?cat=1821

 

Luisa Poluzzi

farmacistarisponde@gmail.com