Equità non è uguaglianza, è qualcosa di più, presuppone un confronto profondo tra le parti. In un mondo globalizzato siamo tutti convinti che ci sono grandi differenze sociali in ogni nazione, per quanto riguarda il possesso dei beni produttivi, e in generale, della ricchezza. Ma il punto centrale è che non bisogna fermarsi alle apparenze ma interrogarsi su ciò che è il modo di vita nelle varie società, al di là dei luoghi comuni.

Gli Usa, indicati come Paese ricco sono al primo posto per le disuguaglianze e la forbice tra il più povero e il più ricco aumenta sempre di più. Com’è la nostra percezione sul problema della povertà e ricchezza?

Ci sono Paesi che sentono molto l’ aspettativa di miglioramento, altri meno. Sorprende notare, nelle statistiche sull’aspettativa della vita migliore, che molti Paesi ricchi sono allo stesso livello di altri considerati solo emergenti. Inoltre si nota che l’istruzione, in ogni campo, è sicuramente un valore aggiunto nel raggiungimento di una posizione più gratificante nella società.

Tutte queste considerazioni si possono approfondire nella Mostra al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci: Fairness /Art/Scienza. Economia, cibo, disastri ambientali, cambiamenti climatici, consumo dell’acqua, migrazioni sono alcuni dei parametri della qualità della vita da considerare, e noi tutti dobbiamo misurare la nostra percezione riguardo a queste problematiche.

https://www.facebook.com/EUScienceHub/

http://www.museoscienza.org/

Cosa significa Fair? Ciò che è giusto per noi guardando tutti i fenomeni che avvengono sulla Terra. Anche l’arte ci dà un quadro lampante della nostra vita, nel nostro Paese. Dobbiamo misurare la nostra paura, il nostro timore di fronte agli eventi di ogni tipo che possono trasformare la nostra vita, non solo all’esterno ma soprattutto ‘dentro’.

La Comunità Europea sta approfondendo questo aspetto della ‘resistenza’ dei singoli Paesi a tutto ciò che accade, soprattutto nel territorio, come terremoti e inondazioni. Le considerazioni sulla posizione geografica sono importanti ma altri fattori stanno diventando determinanti come appunto la capacita di reagire alle calamità, oppure a cambiamenti socio-economici come le grandi migrazioni.

gabriella.capone@inwind.it

Categories: Dal Mondo