“Mutazioni di linguaggio”: la emergente corrente artistica che fa discutere

Di Renzo Magosso e Antonio Cabriolu

 

Per conoscere e ammirare opere scritte e dipinte nell’ambito di un nuovo e sconvolgente progetto culturale che accomuna parole e dipinti occorre frequentare gli incontri di Anna Spagna Bellora, artista e collezionista milanese d’avanguardia che ha trasformato la sua dimora milanese in via Borgonuovo , storico riferimento di Brera, in importante testimonianza artistica e intellettuale della “verbovisualità”. Si tratta dell’espressione d’avanguardia che esprime la creatività artistica coniugando la parola con l’immagine.

Nella sua affascinante abitazione-Casa d’Arte, si possono ammirare alle pareti i dipinti di decine di artisti della “Verbovisualità”, che dialogano con i volumi di poesia e di prosa ben sistemati su grandi tavoli di legno e cristallo .

Queste espressioni di “mutazione di linguaggio”, segni, parole, silenzi, testimoniano le opere d’avanguardia di questa innovativa espressione artistica e raccontano le loro origini che hanno cominciato ad esprimersi nel Novecento europeo.

Gianfranco Bellora gallerista, promotore e mecenate di questa corrente artistica è stato tra i primi a portare negli anni Sessante-Settanta alla elaborazione di nuove forme di relazione tra parola e immagine arricchendola con interventi tra azione e memoria, tra intervento fisico e mediazione mentale.

Le opere della collezione, scritti e dipinti, ereditate dalla moglie Anna Spagna sono centinaia e testimoniano nomi illustri di questa corrente artistica. Queste espressioni artistiche a volte in forma di happening, all’insegna di Fluxsus con relativi riferimenti al clima neodadaista e il ricorso a una figurazione di nuovi aspetti neodadaisti arrivano all’inserimento tra creazione originale di immagini ed un intelligente recupero di materiali di stampa e derivati dal mondo della comunicazione. Queste tracce di avanguardia “senza confini” sono state presentate dal critico Francesco Tedeschi nell’ambito di una importante mostra di questa corrente creativa alla Galleria civica Montevergini a Siracusa ( città natale di Anna Spagna) . Altre mostre si sono tenute al Museo di Rovereto, al Museo del 900 a Milano, Vizzini, Museo della Memoria di Giovanni Verga.

Interessante  l’incontro di mercoledì 29 novembre in via Borgonovo 18 alle ore 18.30 dal titolo “Poesia visiva e scrittura verbovisuale: declinazioni e prospettive” promosso come parte integrante della mostra “Mutazioni del linguaggio” della casa d’arte Spagna Bellora e dall’Associazione ZarteL istituita da Andrea Zardin e da Luciano Tellaroli. L’incontro aprirà un primo confronto sulle dinamiche della scrittura, della parola e del verbo nella Poesia visiva e nella scrittura-pittura, temi che saranno oggetto di specifici seminari nel corso dell’attività della Casa d’Arte Spagna Bellora. Alla conversazione interverranno Tiziana Zanchi, Alessandra Alliata, Andrea Zardin, Francesco Correggia, Umberto Mariani, Giorgio Milani , Pietro Colletta , Luciano Tellaroli.

Categories: Arte e cultura