Le Ricette di Osetta

Alici al forno con pomodorini

Ingredienti

300 g di alici (acciughe) già pulite e aperte a libro (circa 500 g intere)
4 cucchiai di prezzemolo tritato (10 g)
Scorza di ½ limone non trattato
2 cucchiaini di succo di limone
2 cucchiai di pangrattato
1/3 di cucchiaino di origano
1 cucchiaio di olio EVO
5 – 6 pomodorini piccoli (50 g)
Sale e pepe

 

Procedimento

Preriscaldate il forno a 200°. Se il vostro pescivendolo non è disposto a pulire le alici (generalmente lo fanno se prenotate), cominciate tirando le teste dei pesci verso i basso e verranno via anche le interiora. Eliminate le code, aprite delicatamente le alici a libro ed estraete la spina dorsale del pesce, sciacquatele sotto l’acqua corrente in un colapasta, tamponatele con della carta assorbente. Disponete le alici in una pirofila, spennellata sul fondo con un cucchiaino di olio. Le alici devono essere disposte in modo fitto e compatto. Salatele e pepatele. Tritate il prezzemolo, grattugiate la buccia del mezzo limone, spremete il succo e quindi, in una ciotola, mescolateli con il pan grattato, l’origano, due cucchiaini di olio e un pizzico di sale, poi coprite le alici completamente con la miscela. Tagliate a metà o in quarti i pomodorini e disponeteli sulla superficie. Cuocete nella parte alta del forno per 20 minuti circa, fino a quando la crosta diventerà dorata.

 

Note

Le alici al forno sono un secondo di pesce molto sano, economico e veloce da preparare. Le alice non sono solo una fonte ricca di proteine, nutrienti, soprattutto di Omgea 3, ma hanno anche bassissimi livelli di mercurio, che purtroppo si trova in tutti i pesci. I livelli di questo metallo, fortemente tossico, aumentano proporzionatamente alla taglia del pesce. Il Pesce spada con 0,995 milligrammi di mercurio per kg è molto vicino al limite massimo raccomandato (1 mg/kg) ed è la ragione per cui non dovrebbe essere mangiato più di due volte al mese e spesso qualche dietologo consiglia di evitarlo completamente. Le alici, al contrario, hanno solo 0,016 mg/kg e costituiscono un’ottima scelta in quanto, per le piccole dimensioni, hanno minori possibilità di accumulare tossine.

 

Mail: ricettediosetta@gmail.com
Instagram: @ricettediosetta
Categories: Nutrigenomica