Le Ricette di Osetta

Ingredienti

150 g di quinoa rossa o bianca
1 mela acidula, tipo Granny Smith
2 cucchiai di succo di limone
2 – 3 coste di sedano tenero (150 g)
30 g di gherigli di noci (10 circa)
50 g di foglie di spinacini

Salsina

4 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaio di aceto di mele
½ cucchiaino di senape Dijon
Sale e pepe

 

Procedimento

Portate a bollore 300 ml di acqua leggermente salata per la quinoa in una pentola antiaderente, preferibilmente con la base spessa. Sciacquate bene la quinoa sotto l’acqua corrente all’interno di un colino a maglia fine, poi versatela nell’acqua quando bolle, riportate a bollore, quindi abbassate il fuoco al minimo, coprite la pentola e lasciatela cuocere per 15 – 20 minuti fino a quando l’acqua sarà assorbita e la quinoa sarà tenera. (La quinoa rossa ha una cottura qualche minuto più lunga di quella bianca.) Spegnete e fate riposare la quinoa , sempre coperta, per altri 10-15 minuti fino a quando la quinoa sarà asciutta. Quando sarà pronta, trasferitela in una ciotola larga, sgranate i chicchi con una forchetta e lasciatela raffreddare. Nel frattempo tagliate la mela a cubetti. Mettetela in una ciotola con il succo di limone e girate per evitare che si scurisca. Eliminate la base dura e chiara dei gambi di sedano, poi affettateli ed uniteli alla mela. Tritate le noci grossolanamente ed aggiungetene metà alla ciotola, mettendo il resto da parte. Preparate la salsina mescolando tutti gli ingredienti in una piccola ciotola. Quando la quinoa sarà completamente fredda, unitela alla mela e al sedano, aggiungete la salsina e mescolate bene. Assaggiate e regolate con sale e pepe. Suddividete le foglie di spinacini nei due piatti individuali, distribuite l’insalata di quinoa sopra e cospargetela con le noci rimaste. Guarnite con qualche foglia tenera di sedano e servite subito.

 

Note

La quinoa si distingue da altri pseudocereali per le sue qualità nutritive e salutari eccezionali e per la totale assenza di glutine. Ci sono circa 120 varietà di quinoa di tutti i colori, ma quelle che si trovano comunemente in commercio sono bianca, rossa e nera. La quinoa bianca è più leggera ed ha un gusto più delicato, mentre la rossa e la nera hanno un sapore più deciso e sono spesso usate nelle insalate, in quanto mantengono la consistenza più croccante dopo la cottura. Poiché la quinoa in natura è coperta dalla saponina, una sostanza amara che la protegge dagli insetti, è fondamentale sciacquarla accuratamente prima di cucinarla.

 

Mail: ricettediosetta@gmail.com
Instagram: @ricettediosetta