di Gabriella Capone

 

Si sta atterrando! Ecco il paesaggio caratteristico dell’Inghilterra del sud, grandi spazi verdi vicino alla megalopoli. Si vede il Kent con il verde dei prati splendente, specie adesso, in primavera. I campi chiusi, il bocage, sono tipici di questa zona dell’Europa e si trovano anche in Bretagna e Normandia. Le siepi che delimitano gli appezzamenti sono ben visibili dall’oblò dell’aereo e si distinguono piccole coltivazioni e gli allevamenti di pecore. Già si intravedono le cotswolds, ossia le ‘dolci colline’ dove si allevano le pecore che, nel passato, si rinchiudevano in spazi chiusi, circondati dai muretti (cot) per impedire che rovinassero le coltivazioni e i frutteti. Lo stile delle cotswolds è fatto di calde lane, di birre profumate, di giardini attraversati da piccoli torrenti, affluenti dell’Avon, di villaggi costruiti con la pietra color miele. Tutto sembra irreale, ancor di più guardando dall’oblò dell’aereo. É difficile trovare vicino alla città una campagna cosi fiorente. A est di Londra c’è ancora area verde, case e castelli risalenti al Medioevo, mentre già si profila la megalopoli londinese.

Quando si prende la metropolitana che da Stansted, l’aeroporto più frequentato, ci porta nella city, si incontrano alcune delle news towns, le città nuove, nate nel secolo scorso, come luoghi di residenza per tutti i lavoratori di Londra. Ma non sono città-dormitorio, sono centri molto attrezzati e originali, disposti a raggiera intorno alla capitale.

Il nostro giro si snoda nella Londra del passato, più vivo che mai, e del presente. Buckingham Palace rimane la grande attrazione, con i suoi cancelli dorati e le guardie della Regina che occhieggiano in lontananza e controllano la situazione. Poi si può fare il giro su Coca Cola London Eye (o Millennium Wheel), la ruota panoramica, da cui si può vedere il centro storico. Ma ora c’è Emirates Air Line (o Thames Cable Car) che concede un viaggio suggestivo su una zona poco conosciuta: i Royal Docks, moli ristrutturati e utilizzati come residenze e uffici (https://www.royaldocks.london). É una cabinovia da cui si vede il Tamigi in particolare.

Tutte le aree da vedere si concentrano soprattutto vicino al Palazzo del Parlamento, con il Big Ben, ora in fase di ristrutturazione, vicino a Westminster Abbey. La cattedrale cattolica è Westminster Cathedral e quella anglicana è Saint Paul, dove si sono svolti tanti matrimoni della Famiglia Reale. Ambedue si raggiungono con facili itinerari a piedi o con il famoso autobus a due piani.

Le novità sono i grattacieli della downtown, principalmente the Shard, con la cima appuntita, da cui si ha una splendida vista, con tutte le situazioni meteorologiche, sulla Torre di Londra e su Tower Bridge. La vita del dopo-lavoro a Londra si svolge lungo il Tamigi, nei lussuosi pub oppure nei pub di periferia, sempre caratteristici. Il the con i biscotti rimane il rito fondamentale per tutti, giovani e meno giovani e anche imperdibile è il giro in Oxford street e la visita ai Grandi Magazzini Harrods che ci permettono di girare nel mondo degli acquisti, come se si facesse il giro del mondo. C’è veramente tutta la più significativa merce mondiale alimentare e non.

Ma Londra non si esaurisce qui!