Le Ricette di Osetta

Pasta e fagioli

Ingredienti

125 g di pasta tipo ditale o mezze penne rigate integrale o altra pasta corta
125 g di fagioli borlotti secchi o 250 g di fagioli in scatola*
2 spicchi di aglio spellati
1 foglia di alloro
1 scalogno (30 g)
½ costa di sedano (30 g)
½ carota (30 g)
2 cucchiaini concentrato di pomodoro
½ cucchiaino di origano, maggiorana e timo
3 cucchiai di olio extravergine di oliva o
2 rametti di rosmarino
Sale e pepe nero
3 foglie di salvia
2 cucchiai di parmigiano (facoltativo)

 

Procedimento

Mettete in ammollo i fagioli in abbondante acqua fredda per 12 – 15 ore. Trascorso il tempo indicato, scolateli e sciacquateli sotto l’acqua corrente, trasferiteli in una pentola, aggiungete uno spicchio di aglio e l’alloro, copriteli con molta acqua fredda. Non salare, altrimenti la buccia si indurisce e si rompe. Coprite e cuocete a fuoco lento, calcolando fra 60/90 minuti dal momento dell’ebollizione. I legumi sono cotti quando sono teneri e si schiacciano facilmente. La cottura dei fagioli secchi dipende dalla durata dell’ammollo e dalla loro età: più sono vecchi, più lunga sarà la cottura. Se ben cotti i fagioli sono decisamente più digeribili. (Per velocizzare i tempi di cottura potete usare la pentola a pressione che richiede una cottura di 40 minuti circa). Se durante la cottura dovessero formarsi tante bolle in superficie, eliminatele con una schiumarola e se fosse necessario aggiungere altra acqua, deve essere bollente. Dopo circa 45 minuti di cottura dei fagioli, tritate finemente lo scalogno, il sedano e la carota e soffriggete il trito aggiungendo lo spicchio di aglio rimasto con 1½ cucchiaio di olio, in una casseruola capiente dal fondo spesso, per 5 minuti. Unite tutte le erbe aromatiche ed un mestolo dell’acqua di cottura dei fagioli, abbassate la fiamma e continuate a cuocere per altri 10 minuti. Se a questo punto i fagioli non fossero pronti, spegnete la fiamma e coprite la casseruola. Al termine della cottura dei fagioli, scolateli conservando il liquido di cottura ed eliminate l’aglio e la foglia di alloro. Trasferite metà dei fagioli in un contenitore insieme ad un mestolo dell’acqua della cottura e frullateli con un frullatore ad immersione. Mettete da parte la crema così ottenuta. Togliete l’aglio prima di aggiungere i fagioli interi, un mezzo cucchiaino di sale e lasciateli insaporire per qualche minuto, poi unite i fagioli frullati, il concentrato di pomodoro, 400 ml di acqua di cottura dei fagioli, alzate la fiamma e lasciate prendere nuovamente bollore, quindi aggiungete la pasta. Girate e controllate se la zuppa ha bisogno di altra acqua. Mantenetela piuttosto liquida perché tenderà ad addensarsi a fine cottura. Regolate di sale e pepe. Lasciate la pasta piuttosto al dente, spegnete il fuoco un paio di minuti prima del termine della cottura, lasciate la casseruola coperta e fate riposare la zuppa per 5 – 10 minuti. Trasferitela quindi in una zuppiera o in ciotole individuali, irrorate con un po’ di olio e servite con il parmigiano, se lo desiderate.

 

Note

*Se fate il piatto con fagioli in scatola ricordatevi che questi legumi sono stracotti e poco saporiti e per questo si consiglia di usare un litro di brodo vegetale o di pollo al posto dell’acqua di cottura dei fagioli. Invece dei fagioli secchi potete usare quelli freschi quando è stagione. Un mezzo chilo di borlotti nel baccello danno circa 250 g di fagioli sgranati. Copriteli di acqua fredda e cuoceteli per 1 ora dall’ebollizione.

 

Mail: ricettediosetta@gmail.com

Categories: Nutrigenomica