La Guerra Infinita

I recenti conflitti non saranno probabilmente gli ultimi a divampare. Anche in Africa e nell’Indo-Pacifico soffiano venti di guerra. A cosa stiamo assistendo? Guerra ibrida e liminale. Esistono ancora gli spazi della pace e quello della guerra? La lezione russo-ucraina e israelo-palestinese. L’Opinione Pubblica: il nuovo bersaglio di valore nella guerra Cognitiva. Quali strategia e, anche, quali armi di difesa per i cittadini?

A queste e ad altre domande cercherà di dare una risposta il convegno-dibattito organizzato da GSA – Giornalisti Specializzati Associati, dal titolo “La Guerra Infinita”, in previsione giovedì 25 gennaio 2024, alle ore 16.00, presso la Sala Stampa Nazionale di via Cordusio 4 a Milano.

L’attenzione ai recenti conflitti armati, infatti, ha riportato drammaticamente di attualità il tema del corretto approccio giornalistico al racconto di guerra. Oltre a cercare di fare chiarezza su alcuni aspetti di diritto internazionale umanitario per un corretto uso del linguaggio comunicativo, l’evento si focalizzerà e cercherà di dare risposta a questi e ad altri interrogativi divenuti ormai impellenti.

Oltre ad aspetti giuridici, di strategia geopolitica e comunicativa, inoltre, durante il convegno si parlerà anche della crisi di identità, sempre presente nell’uomo e che oggi – nel contesto generale di una crisi motivazionale generalizzata – si sta ingigantendo aumentando i rischi di provocare guerre con esiti imprevedibili e non facilmente contrastabili.

Lo scopo principale è soprattutto quello di fornire una migliore chiave di lettura dei conflitti permettendo di ascoltare più voci tecniche e non schierate e acquisire maggiore conoscenza e consapevolezza sui vari aspetti diretti o correlati alle guerre. L’acquisizione di tali conoscenze, anche giuridiche, permetterà così ai partecipanti di apprendere cognizioni utili per fornire comunicazioni eticamente corrette, in linea con la deontologia professionale che caratterizza il giornalista.

A parlarne saranno: Carmelo Tribunale (Giornalista e Presidente di GSA – Giornalisti Specializzati Associati. Colonnello in quiescenza e con formazione specialistica in Diritto. Consigliere Giuridico delle Forze Armate in Diritto Internazionale Umanitario. Esperienza in missioni operative internazionali sotto l’egida della NATO in Bosnia, Kosovo e Afghanistan dove ha operato come Legal Advisor); Paolo Capitini (Generale in quiescenza, analista militare, già professore di Storia militare presso l’Università degli studi della Tuscia. Esperienza in missioni in Somalia, Bosnia, Kossovo, Ciad e Libia); Marco Lombardi (Giornalista, Direttore del centro di ricerca ITSTIME, e professore ordinario di Sociologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore, e Direttore della Scuola di Giornalismo. Collabora per l’analisi del rischio e lo sviluppo di politiche per la sicurezza con numerose istituzioni nazionali e internazionali); Luigi Chiapperini (Generale di Corpo d’Armata in quiescenza, ha operato all’estero con la NATO in Kosovo e poi con l’ONU in Libano e  NATO in Afghanistan); Claudio Bonvecchio (già Professore Ordinario di Filosofia, Presidente del Consiglio di Corso di Studi in Scienze della Comunicazione nell’Università degli Studi dell’Insubria e Coordinatore del Dottorato in Filosofia delle Scienze Sociali e Comunicazione Simbolica).

Modera l’incontro il giornalista e Vice Presidente di GSA Roberto Bonin.

Il convegno è valido come corso accreditato alla piattaforma SIGEF per i crediti FPC per la formazione degli iscritti all’Ordine dei Giornalisti (per iscrizioni al corso: www.formazionegiornalisti.it).

Per informazioni sull’evento: eventi@gsaitalia.org